Passa ai contenuti principali

Gli esiti della meditazione collettiva del 20 maggio.

Riavvio della Griglia – Successo !:
Da Cobra.
Il nostro sforzo di massa e’ stato un grande successo. La massa critica e’ stata raggiunta. Anche se non tutti eseguivano la stessa meditazione che era stata fornita, abbastanza individui hanno sincronizzato il loro flusso di consapevolezza da permettere alle forze della Luce di inserire un virus informatico nell’intelligenza artificiale della Matrix sui piani eterico ed astrale.
Cio’ significa che il programma in logica fuzzy (fuzzy logic) della Matrix e’ al momento concentrato su se stesso in un loop chiuso, incapace di auto ripararsi e chiudere le crepe venute a crearsi nella sua struttura di spazio/tempo nei campi elettromagnetici eterico/astrali della Matrix che si ritrovano in uno stato distorto. Queste crepe sono state crate dal nostro sforzo consapevole del 20 Maggio. Esse non avranno mai piu’ possibilita’ di richiudersi e la Luce continuera’ a penetrare e risplendere attraverso di esse.
La Matrix ora comincera’ a disintegrarsi lentamente. Ci saranno sempre meno entita’ oscure sui piani eterico ed astrale in cui la Luce splendera’ sempre piu’.
La griglia positiva delle Ley Lines intorno al pianeta e’ stata riattivata e ha subito un riavvio totale. Cio’ ha evitato il verificarsi di alcuni terremoti piuttosto forti che si sarebbero scatenati in caso contrario. Inoltre ha permesso un accelerazione del processo trasformativo sul pianeta per il raggiungimento di una piu’ alta frequenza vibratoria.
L’esatto momento del riavvio della griglia ha dato inizio a una sequenza di eventi temporali (timeline) che portera’ conclusivamente al Disclosure e al Primo Contatto.
.
Fonte: 2012portal.blogspot.it
Traduzione raggioindaco - raggioindaco.wordpress.com

Commenti

  1. Il 20 maggio c'è stato un terremoto violento in Emilia...forse nella vostra dimensione non è arrivata la scossa,ma qui a Milano sì,ed erano le 4:00 del mattino,non ve ne siete accorti?

    RispondiElimina

Posta un commento

I commenti sono moderati.

Post popolari in questo blog

Il pensiero positivo espande, quello negativo distrugge. Vediamo perchè e cosa significa.

La materia apparentemente risponde solo alle leggi fisiche, ma in realtà tutto viene creato dal pensiero. La materia ha una grossa inerzia al cambiamento e questo fa percepire la apparente ininfluenza del pensiero su di essa. In realtà tutto è creato dal pensiero anche se ci vuole del tempo per manifestarlo.Quando emettiamo o chi ci circonda emette dei pensieri negativi stiamo di fatto utilizzando lo strumento di distruzione della creazione che si manifesta nella materia come un senso di riduzione del se. Tale riduzione non si manifesta immediatamente a livello fisico anche se con il passare degli anni questi pensieri negativi possono portare a un impoverimento della efficienza anche del nostro corpo fisico. Avrete sentito parlare dei cosiddetti iettatori o menagrami, in effetti con uno specifico pensiero negativo unito a volte a specifiche tecniche e ad una intensità particolare può portare reali conseguenze nel mondo fisico.L'opposto di tutto questo è il pensiero positivo, l'…

BENJAMIN FULFORD: Società segrete, servizi segreti e religioni: l'attuale equilibrio di potere

La guerra segreta per il pianeta terra si è intensificata e si avvia verso una sorta di climax.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD: Storia segreta del Mondo dal 2000 al 2018

Gli asiatici fondarono un gruppo di alleati occidentali che divenne la cosiddetta White Dragon Society (WDS). Questo gruppo comprende persone di alto livello nel Pentagono, la CIA, l'FSB russo, la famiglia reale britannica, la massoneria, la Loggia P2 Vaticana , ecc.


ARTICOLO COMPLETO

Nino Galloni: “Siamo quattro milioni di eroi”.

“Come è possibile che si parli di crisi se non c’è nessuna scarsità reale delle risorse produttive, delle materie prime, dell’approvvigionamento, dei prezzi, dei costi e delle quantità nell’economia globale? Noi “crediamo” che ci sia una crisi, ma la crisi è solo una crisi di cons


ARTICOLO COMPLETO