Passa ai contenuti principali

Sulle Canalizzazioni - Pamela Kribbe


Pamela Kribbe, pubblica da anni le canalizzazioni di Jeshua. I suoi interessantissimi scritti sono tradotti in italiano al link http://www.jeshua.net/it/

Pubblichiamo alcuni suoi commenti sulle canalizzazioni e sul rapporto tra esseri umani e entità non fisiche durante le canalizzazioni. Può essere un importante ausilio per interpretarle in modo corretto.

Tra le altre cose ci fa capire che l'accesso alla realtà non materiale è l'accesso ad uno stato in cui i limiti individuali non sono definiti. Il nostro 'Sè Superiore' è di fatto lo stesso.
(i grassetto sono aggiunti)



Il rapporto tra ente canalizzatore e canale 

Penso che la canalizzazione è una cooperazione tra un essere umano e un non-entità fisica che agisce come insegnante. L'insegnante offre ispirazione e una prospettiva più ampia per l'essere umano, e l'essere umano che traduce l'energia dell'entità spirituale nelle parole e concetti di cui è a conoscenza con con la sua educazione, istruzione e cultura. Non credo che sia possibile, o addirittura auspicabile, che il canale umano annulli completamente se stesso, al fine di "puramente canalizzare" l'energia non fisica dell'entità.

Penso che sia inevitabile che la mentalità del canale, la sua consapevolezza e vocabolario notevolmente influenzino ciò che passa attraverso. Anche se il canale entra in uno stato di trance profonda, è il ricevitore, la nave e quindi co-creatore del materiale. Penso che sia ingenuo presumere che un canalizzatore sia in grado di ricevere un messaggio del tutto 'dal di fuori', a cui non prende parte. Credo che i messaggi provengano 'da dentro', attraverso la sua coscienza, ampliata con la coscienza del maestro spirituale, e che la qualità della canalizzazione non tanto dipenda dalla misura in cui il canalizzatore può eludere se stesso ma dal livello di coscienza che sia il canalizzatore che il canalizzato possiedono. Il Channeling è essenzialmente una co-creazione.

Come giudicare la qualità delle informazioni canalizzate

Il Channeling può essere bello e stimolante. Ma può anche portare a sciocchezze, frasi vuote, o portatrici di paura, o racconti moralistici di dolore. Nel peggiore dei casi, conduce al culto di autorità che non apportano nulla, se non il loro nome o rango in qualche gerarchia invisibile, spirituale. Guardare a autorità inafferrabili al di fuori di noi - non era esattamente quello da cui tutti gli insegnanti spirituali, ci aveva messo in guardia?

Il fatto che l'informazione è canalizzata non dice assolutamente nulla circa la qualità di essa. Nella filosofia della scienza, quella branca della filosofia che studia ciò che rende le teorie scientifiche, 'scientifiche' o affidabili, un'utile distinzione viene fatta tra il 'contesto della scoperta' e il 'contesto della giustificazione'. Ciò che conduce alla scoperta di una teoria scientifica non ha alcuna influenza sul fatto che si possa dimostrare. Uno scienziato può fare qualsiasi teoria che vuole, basandosi sui sogni personali, associazioni, o fantasticherie, ma una volta che ha formulato la teoria, sarà giudicato dai suoi pari, sulla base di criteri generalmente riconosciuti come conferma empirica, la coerenza, potenza esplicativa, ecc

Così, nel contesto della scoperta, va bene tutto, mentre nel contesto della giustificazione, la teoria deve raggiungere determinati standard di qualità, al fine di essere valutata dalla comunità scientifica. Credo che lo stesso vale per il materiale canalizzato. I messaggi canalizzati dovrebbero essere giudicati con le stesse norme che si applicano ai testi spirituali dei 'semplice gli esseri umani': è l'informazione chiara, aggiunge nuove conoscenze alla vostra conoscenza, ispira ad amare voi stessi di più, vi sentite illuminati e sollevati dal messaggio? Penso che se la risposta è 'sì', la questione di chi è il canale e come avviene la canalizzazione (il contesto della scoperta) è relativamente poco importante. La prova è nel budino, non nel grado presunto o lo stato di colui che lo ha preparato.

La mia esperienza come un canalizzatore

Quando canalizzo Jeshua, mi sento sempre espansa, invece che contratta. Sento che la sua energia mi aiuta all'altezza della grandezza del mio Sé superiore. Credo che in realtà egli è mediatore tra 'il quotidiano piccolo io' e il 'più grande di me', aiutandomi a incarnarlo un po' di più. Ogni volta che lo fa e io lo permetto, espande la mia coscienza un po' di più, e influenza la mia crescita e la mia responsabilizzazione. Una volta ho fatto una canalizzazione (riguardo a  "I rapporti nella Nuova Era"), in cui ho così fortemente sentito la presenza del mio Sé superiore (che io chiamo Aurelia), che ho dubitato se ero ancora a canalizzare Jeshua. L'ho interrogato quella sera, prima di andare a dormire, e poi mi ha detto qualcosa di molto accattivante: 'Ricordati sempre, io sono qui per te, non ci sono per me'. Questo mi ha dato chiarezza. Abbiamo tutti lo scopo di incarnare pienamente e manifestare il nostro Sé qui sulla terra. Gli insegnanti vengono ad aiutarci nel nostro cammino, e se si tratta di un vero maestro, lui o lei vi aiuterà fino a quando ne avrete bisogno, e poi si metterà da parte.

Jeshua è ancora con me, anche se sento che non sto più 'chattando' così tanto con lui come facevo all'inizio. Spesso, al giorno d'oggi, quando gli faccio una domanda personale, mi chiede: come ti senti veramente riguardo ad essa? E quando mi concentro su questo, la risposta è lì, dalla mia conoscenza interiore e intuizione. Quindi, Jeshua ci incoraggia tutti a prendere il nostro potere, e a vedere le canalizzazioni come mezzo e non come fine. Forse un giorno sarò in grado di 'incanalare' il mio sé superiore o Cristico, e non mi appoggerò più a Jeshua. Sono sicura che sarebbe il primo ad applaudirmi!

Jeshua sulla canalizzazione

Concludo con una 'canalizzazione sulla canalizzazione', qualche parola di Jeshua sul suo rapporto con me come canalizzatore:

Il Channeling è un modo di avvicinarti a te stesso con l'aiuto di un altro essere non fisico. Questo essere temporaneamente svolge il ruolo di un insegnante. L'energia del docente aiuta ad arrivare a un livello più profondo di te stesso. L'energia del maestro ti solleva dalle paure che mantengono la propria luce velata.

Un insegnante ti mostra la tua stessa luce. L'insegnante è più consapevole della tua luce rispetto a quanto non lo sia tu. Non appena questa luce, la tua conoscenza interiore, è accessibile a te stesso, l'insegnante diventa superfluo. Da allora siete quindi in grado di incanalare la vostra propria luce. L'insegnante non deve più fungere da ponte più tra voi e il vostro sé superiore.

Ti sto ricordando per un po' di tempo la tua luce propria. Rispecchio la tua grandezza a te stesso nell'apparenza di Jeshua ben Joseph. In me ti vedi, il tuo sé Cristico, ma non te ne rendi conto completamente. Io sono come un quadro di riferimento per te, la mia energia serve come un faro. Ti aiuterò a ottenere più profondamente la conoscenza del te stesso Cristico. E lentamente si sposterà in primo piano, e io mi sposterò sullo sfondo. Questo è tutto ok. È come dovrebbe essere. Non dimenticare, in questo rapporto, io sono qui per te, tu non sei lì per me. Io non sono il fine, ma il mezzo. La rinascita di Cristo è il risveglio del vostro sé Cristico, non la mia.

Io agisco in base a quanto serve il vostro Sé più grande. Il mio obiettivo è che tu mi renda superfluo. Quando mi canalizzi, non cercare di farti piccola o invisibile. Vorrei che ti fai grande, che tu senta il tuo flusso di vera forza su di te e risplenda sul mondo.

Un insegnante indica la strada, ma sei tu che la percorri. Dopo un po', ti ritrovi a camminare da sola, dopo aver lasciato alle spalle il maestro. Questo è un momento grande e sacro. L'insegnante rimarrà con voi, continuerà a vivere nel vostro cuore come una presenza interiore, ma la figura separata scomparirà.

Siamo sempre connessi, ma mentre tu cresci, sempre meno mi vedrai, o vorrai affidarti a me come a un essere separato. Io lentamente entrerò a far parte della tua energia. E a un certo punto, non mi saprai più separato da te. Questo mostrerà che mi avete veramente sentito e visto.

fonte: http://the2012scenario.com/2012/09/being-pamela-kribbe/?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=being-pamela-kribbe
traduzione: http://salusaitaliano.blogspot.it/ 

Commenti

Post popolari in questo blog

Progetto Mondo Migliore, benessere economico o la Sola Rivoluzione?

L'evoluzione della sperimentazione umana passa attraverso l'ampliamento della coscienza, la consapevolezza della situazione in cui ci troviamo e la sua trasmutazione nella nuova creazione.
Questo post vuole proporre una prospettiva allargata in cui collocare il significato del progetto Mondo Migliore. Quali i suoi motivi di fondo? Come si inserisce nell’attuale contesto di evoluzione dell’umanità? Quali i suoi possibili esiti?

Una prospettiva gnostica allargata
Mi servirò della metafora gnostica per aiutarmi a descrivere la attuale condizione della incarnazione umana.
In questa metafora la terra, intesa come ambiente di sperimentazione della realtà, fu creata da Sophia, un ‘Eone’, ovvero una emanazione diretta della Sorgente. La Sorgente per essere tutto e completa, non può differenziarsi da Se Stessa, ma, per il suo amore creativo, si immagina, pensa, a qualcosa di diverso da Sé, generando, in prima istanza, gli Eoni, sue dirette emanazioni.
E proprio da un pensiero di questo Eo…

BENJAMIN FULFORD: La mafia khazariana cerca protezione cinese, in lontananza si profilano i Tribunali Militari

Il WDS ha ribadito la sua posizione secondo cui un giubileo è l'unica risposta.


ARTICOLO COMPLETO

Q 6 ottobre 2018

They want you DIVIDED.
DIVIDED by RACE.
DIVIDED by RELIGION.
DIVIDED by CULTURE.
DIVIDED by CLASS.
DIVIDED by POLITICAL AFFILIATION.
DIVIDED YOU ARE WEAK.
TOGETHER YOU ARE STRONG.
This movement challenges their ‘forced’ narrative.
This movement challenges people to not simply trust what is being reported.
Research for yourself.
Think for yourself.
Trust yourself.
This movement is not about one person or a group of people.

12 OTTOBRE 2018 DI FRANCO REMONDINA Aaah.. ecco cos’era…

Ecco cosa era l’incontro del governatore della BCE con il nostro (nostro???) Caccarella: la fine dell’euro! In pratica Draghi ha detto: non vi aiutiamo in caso di crisi! Cosa significa? Che, a meno di “IMPEGNARCI” in una nuova MANOVRA STILE MONTI, la BCE non darà liquidità! Ecco cosa è


ARTICOLO COMPLETO

Liberata la Rai: Sottratta alle oligarchie finanziarie. E’stato dato al popolo quello che è del popolo. (di Francesco Amodeo)

Quel cecchino non ci perdeva mai di vista. Col viso coperto dal passamontagna disteso sul tetto dell’Hotel Marriott di Copenaghen seguiva dall’alto ogni nostro passo.


ARTICOLO COMPLETO