Passa ai contenuti principali

Trascendere il pensiero

NASA Goddard Photo and Video - flickr - CC licence
Spesso si utilizza il termine di 'minoranza consapevole', soprattutto in riferimento alle persone che sono a conoscenza delle scie chimiche, del sistema dell'elite bancaria, degli utilizzi della moneta e del debito come sistemi di coercizione sociale, e della manipolazione della politica.

Per essere di valore queste consapevolezze devono comunque mantenersi in un ambito di razionalità per non scadere nella pura contrapposizione o nel seguire teorie non verificate e spesso diffuse con secondi fini.

Possono anche essere accompagnate da fini etici, dal desiderio e dall'effettivo impegno per cambiare queste situazioni delle quali si soffre.

Ma la consapevolezza inizia e finisce con questo?



La consapevolezza, nella sua piena realizzazione, è la consapevolezza della Verità, ovvero di cosa o chi si è veramente.

Culturalmente siamo stai abituati e profondamente condizionati a considerare queste domande come 'dubbi esistenziali', eterni travagli che ci accompagnano per tutta la vita senza risposta.

Questo condizionamento fa parte di quel meccanismo o sistema che ci tiene intrappolati nella attuale percezione della realtà, fatta indubbiamente di conflitto e problemi.

In realtà è possibile dare risposta a queste domande.

Come?

L'interpretazione della realtà, che è poi quello che noi chiamiamo 'mondo reale', dipende da quello in cui noi ci identifichiamo. Ci siamo identificati per millenni con la nostra mente, con l'idea che abbiamo di noi stessi, tanto fortemente da arrivare a concludere che noi siamo i nostri pensieri, noi siamo i realizzati, i delusi, i conformisti, i ribelli, gli innovatori, gli intellettuali eccetera, eccetera, noi siamo il pensiero che abbiamo di noi stessi.

La scienza, (un caso?), negli ultimi secoli ci ha poi convinto che non siamo altro che un prodotto di reazioni chimiche, che per uno strano fenomeno di complessità si sono rese coscienti di se stesse.
In verità la coscienza non è mai stata spiegata a fondo dalla scienza, che, contrariamente a quanto dovrebbe, si mostra conservativa quando incontra qualcosa che non rientra nei propri postulati.
Ultimamente, comunque, anche la scienza ha abbandonato questi paradigmi, basta pensare alle teorie quantistiche, nelle quali l'osservatore è causa della determinazione della realtà.

La verità è che noi siamo essere, puro essere cosciente di se stesso. Siamo coscienza pura al di là del nostro pensiero.

Il potere che è in questo è il vero potere, non quello immaginato dal nostro pensiero in questo momento, ma il potere della creazione, della Sorgente.

Raggiungere la percezione vera di questo, viverlo, è la vera consapevolezza.

Due sono gli strumenti di cui siamo dotati per raggiungere la piena consapevolezza: la sofferenza o l'evoluzione senza sofferenza.

Il disagio, la sofferenza, sono quelli che, fino ad ora, hanno spinto alla ricerca del cambiamento, a cercare un senso alla sofferenza, e ad agire per porvi fine.

L'acquisizione della consapevolezza senza sofferenza è l'opportunità che fa la differenza in questo momento, e ci fornisce uno strumento gioioso per il solo cambiamento possibile.
oltre12.net

kiuko - flickr - CC licence


articolo di http://salusaitaliano.blogspot.it/

Commenti

Post popolari in questo blog

Progetto Mondo Migliore, benessere economico o la Sola Rivoluzione?

L'evoluzione della sperimentazione umana passa attraverso l'ampliamento della coscienza, la consapevolezza della situazione in cui ci troviamo e la sua trasmutazione nella nuova creazione.
Questo post vuole proporre una prospettiva allargata in cui collocare il significato del progetto Mondo Migliore. Quali i suoi motivi di fondo? Come si inserisce nell’attuale contesto di evoluzione dell’umanità? Quali i suoi possibili esiti?

Una prospettiva gnostica allargata
Mi servirò della metafora gnostica per aiutarmi a descrivere la attuale condizione della incarnazione umana.
In questa metafora la terra, intesa come ambiente di sperimentazione della realtà, fu creata da Sophia, un ‘Eone’, ovvero una emanazione diretta della Sorgente. La Sorgente per essere tutto e completa, non può differenziarsi da Se Stessa, ma, per il suo amore creativo, si immagina, pensa, a qualcosa di diverso da Sé, generando, in prima istanza, gli Eoni, sue dirette emanazioni.
E proprio da un pensiero di questo Eo…

BENJAMIN FULFORD: La mafia khazariana cerca protezione cinese, in lontananza si profilano i Tribunali Militari

Il WDS ha ribadito la sua posizione secondo cui un giubileo è l'unica risposta.


ARTICOLO COMPLETO

Q 6 ottobre 2018

They want you DIVIDED.
DIVIDED by RACE.
DIVIDED by RELIGION.
DIVIDED by CULTURE.
DIVIDED by CLASS.
DIVIDED by POLITICAL AFFILIATION.
DIVIDED YOU ARE WEAK.
TOGETHER YOU ARE STRONG.
This movement challenges their ‘forced’ narrative.
This movement challenges people to not simply trust what is being reported.
Research for yourself.
Think for yourself.
Trust yourself.
This movement is not about one person or a group of people.

12 OTTOBRE 2018 DI FRANCO REMONDINA Aaah.. ecco cos’era…

Ecco cosa era l’incontro del governatore della BCE con il nostro (nostro???) Caccarella: la fine dell’euro! In pratica Draghi ha detto: non vi aiutiamo in caso di crisi! Cosa significa? Che, a meno di “IMPEGNARCI” in una nuova MANOVRA STILE MONTI, la BCE non darà liquidità! Ecco cosa è


ARTICOLO COMPLETO

Liberata la Rai: Sottratta alle oligarchie finanziarie. E’stato dato al popolo quello che è del popolo. (di Francesco Amodeo)

Quel cecchino non ci perdeva mai di vista. Col viso coperto dal passamontagna disteso sul tetto dell’Hotel Marriott di Copenaghen seguiva dall’alto ogni nostro passo.


ARTICOLO COMPLETO