Passa ai contenuti principali

Il tempo del governo mediante decreto è finito.

John Smallman - Saul, 13 febbraio 2013

"La volontà di fare proprio quello che le figure di autorità nelle loro vite - governi, datori di lavoro, le religioni, anche amici e parenti, che hanno cercato e spesso ottenuto cieca obbedienza da parte loro - dicono loro di fare è caduta, come riconoscere ed onorare il diritto e la responsabilità di prendere le proprie decisioni su come vivere, e se o non obbedire agli ordini o seguire le istruzioni da coloro che sostengono posizioni di autorità su di loro."
"Voi siete tutti esseri sovrani con il diritto e la responsabilità di vivere come ritenete opportuno, pur rispettando le scelte di vita degli altri e facendo attenzione a non violare le libertà inalienabili. Regalando sconsideratamente o paurosamente tale autorità, tale potere è irresponsabile e vi disonora, e sempre di più vi state risvegliando nella consapevolezza di questa verità ogni giorno, e rifiutandovi di farlo più a lungo."
"Il tempo per governare per decreto, con la forza delle armi, o semplicemente affermando di avere il diritto di farlo, e poi passare all'azione, è finita."



L'umanità continua senza esitare nel suo cammino verso il risveglio. Molti di voi hanno un' immagine o una visione intuitiva della propria destinazione che vi aiuta enormemente perché vi dà un punto di messa a fuoco, un punto di mira, permettendo così di rafforzare la vostra intenzione di andare avanti. Le vostre intere vite sono un processo per andare avanti verso il vostro destino divino, che, fino all'arrivo di questa New Age, è stato un processo che molto spesso è stato interrotto da distrazioni sul piano terrestre che vi hanno introdotto nella confusione e nel conflitto. Queste distrazioni, pur presenti, hanno ora molta meno energia per coinvolgervi, perché ora siete in grado di elevarvi al di sopra di loro e da questo nuovo punto di vista potete identificarle per quello che sono.

Le nuove energie, che hanno inaugurato la New Age stanno interessando tutto il pianeta. Stanno aprendo un nuovo senso di consapevolezza che sta sostituendo il manto di insensibilità, un tempo-accecante, in cui la maggior parte ha vissuto, in quanto ha perseverato attraverso le lotte quotidiane e i problemi per come l'illusione glieli ha presentati. Ora stanno aprendo alla consapevolezza che la vita può e deve essere un'esperienza di gran lunga migliore rispetto a quella che la maggior parte delle persone stanno avendo. Questa consapevolezza sta costruendo la motivazione necessaria dentro di loro per fare qualcosa per cambiare le loro vite, per renderle più significative, per viverle in pace e armonia, rendendole vite di servizio amorevole, invece di stati di schiavitù governati da circostanze sulle quali essi hanno apparentemente controllo.

La volontà di fare proprio quello che le figure di autorità nelle loro vite - governi, datori di lavoro, le religioni, anche amici e parenti, che hanno cercato e spesso ottenuto cieca obbedienza da parte loro - dicono loro di fare è caduta, come riconoscere ed onorare il diritto e la responsabilità di prendere le proprie decisioni su come vivere, e se o non obbedire agli ordini o seguire le istruzioni da coloro che sostengono posizioni di autorità su di loro.

Voi siete tutti esseri sovrani con il diritto e la responsabilità di vivere come ritenete opportuno, pur rispettando le scelte di vita degli altri e facendo attenzione a non violare le libertà inalienabili. Regalando sconsideratamente o paurosamente tale autorità, tale potere è irresponsabile e vi disonora, e sempre di più vi state risvegliando nella consapevolezza di questa verità ogni giorno, e rifiutandovi di farlo più a lungo. Ognuno sulla Terra ha il diritto di essere ascoltato, il diritto di avere i propri bisogni o desideri considerati, e il diritto di prendere parte alle discussioni di queste occasioni. Non ci sono assolutamente eccezioni a questo diritto dato da Dio, e l'umanità è finalmente giunta ad una piena comprensione di ciò.

Non è più conviene a nessuno assumersi questa responsabilità o il diritto di un altro. Se sembra che qualcuno non abbia la capacità o la competenza di capire una situazione in maniera sufficientemente adeguata per esercitare tale diritto, indica molto chiaramente, infatti, che la situazione non è stata adeguatamente spiegata. Coloro che esercitano l'autorità sono sempre, senza eccezione, tenuti a chiarire le ragioni delle azioni che essi intendono adottare, e se il motivo per l'adozione di tali azioni non può essere chiaro, o se significherebbe disonorare o danneggiare qualcuno, tali azioni non dovrebbero essere intraprese.

Il tempo per governare per decreto, con la forza delle armi, o semplicemente affermando di avere il diritto di farlo, e poi passare all'azione, è finita. Ogni essere senziente è un figlio di Dio, con uguali diritti e doveri dategli al momento della creazione. Questi diritti sono la sua eredità divina e diritto di nascita, che nessun altro può o modificare o rimuovere. Ci sono quelli che, a causa di carenze, lesioni o malattie che i loro corpi stanno vivendo, non sono in grado di sostenere o di prendersi cura di se stessi, ma ciò non dà ad un altro, o ad altri, diritti su di loro.
Il solo diritto - ed è una responsabilità solenne - è quello dei disabili di essere amorevolmente curati da coloro che sono in grado di farlo, tenendo conto in ogni momento che il benessere di colui che è disabile è l'unica accettabile motivazione per qualsiasi azione che possa essere adottata.

La New Age è ciò in cui recuperate la vostra libertà. Non l'avete mai persa, ma sembra che l'abbiate temporaneamente smarrita, e ora è il momento per voi di trovarla ed esercitarla. Voi siete esseri divini sovrani, amati da Dio, ed Egli si aspetta che esercitiate i doni di cui Egli vi ha dotato per il bene di tutti. Ora è il momento per tutti voi di avanzare nella bontà, dimostrando in modo chiaro e costantemente la saggezza e la responsabilità che il vostro stato di figli prediletti di Dio vi richiede. E' il vostro ruolo da ricoprire, e facendolo vi porterà una gioia incomparabile.

Con così tanto amore, Saul.

Canalizzato da John Smallman

Traduzione Teresa

Commenti

Post popolari in questo blog

Il pensiero positivo espande, quello negativo distrugge. Vediamo perchè e cosa significa.

La materia apparentemente risponde solo alle leggi fisiche, ma in realtà tutto viene creato dal pensiero. La materia ha una grossa inerzia al cambiamento e questo fa percepire la apparente ininfluenza del pensiero su di essa. In realtà tutto è creato dal pensiero anche se ci vuole del tempo per manifestarlo.Quando emettiamo o chi ci circonda emette dei pensieri negativi stiamo di fatto utilizzando lo strumento di distruzione della creazione che si manifesta nella materia come un senso di riduzione del se. Tale riduzione non si manifesta immediatamente a livello fisico anche se con il passare degli anni questi pensieri negativi possono portare a un impoverimento della efficienza anche del nostro corpo fisico. Avrete sentito parlare dei cosiddetti iettatori o menagrami, in effetti con uno specifico pensiero negativo unito a volte a specifiche tecniche e ad una intensità particolare può portare reali conseguenze nel mondo fisico.L'opposto di tutto questo è il pensiero positivo, l'…

BENJAMIN FULFORD: Società segrete, servizi segreti e religioni: l'attuale equilibrio di potere

La guerra segreta per il pianeta terra si è intensificata e si avvia verso una sorta di climax.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD: Storia segreta del Mondo dal 2000 al 2018

Gli asiatici fondarono un gruppo di alleati occidentali che divenne la cosiddetta White Dragon Society (WDS). Questo gruppo comprende persone di alto livello nel Pentagono, la CIA, l'FSB russo, la famiglia reale britannica, la massoneria, la Loggia P2 Vaticana , ecc.


ARTICOLO COMPLETO

Nino Galloni: “Siamo quattro milioni di eroi”.

“Come è possibile che si parli di crisi se non c’è nessuna scarsità reale delle risorse produttive, delle materie prime, dell’approvvigionamento, dei prezzi, dei costi e delle quantità nell’economia globale? Noi “crediamo” che ci sia una crisi, ma la crisi è solo una crisi di cons


ARTICOLO COMPLETO