Passa ai contenuti principali

Vuoi cambiare il mondo? Prova con la meditazione.

AlicePopkorn - flickr
Tramite la meditazione si raggiunge uno stato di quiete mentale, e proprio il raggiungimento di tale stato è pienamente meditazione.

Ma come è possibile imporsi, tentare di quietare la mente quando lo stesso principio che 'impone', 'desidera', o 'si sforza' è ... esattamente un processo mentale. Si sposterebbe l'attività mentale da quella di impegnarsi nei soliti, automatici pensieri quotidiani, allo 'sforzo', al 'desiderio' di raggiungere la quiete mentale.

Molte, ottime, tecniche di meditazione ottengono proprio questo, lo spostare il pensiero dai soliti processi di routine a pensieri diversi, e più 'elevati'.
E' un primo passo, ma serve solo a iniziare il distacco dall'identificazione col pensiero.

Non è quindi necessario raggiungere lo stato di mente quieta. 
La mente si quieterà da sola se cesserà la identificazione con essa.

L'osservazione, senza emettere giudizio, dei propri pensieri, causa la de-identificazione con la mente, e il conseguente suo acquietarsi.
Noi siamo la consapevolezza dell'Esistenza, che sta dietro al pensiero. 
La meditazione ci consente quindi di raggiungere una migliore connessione con il nostro Sé più vero.

Questo processo può essere facilitato dalla osservazione del proprio respiro, tecnica antichissima, e dal tornare ad osservarlo senza giudizio ogni volta, e capiterà molto spesso perlomeno all'inizio, che ci si perde nei propri pensieri.
Movimenti adeguati del corpo, quali quelli dello Hata Yoga, e il mantenimento di certe posizioni, possono portare ad uno stato di rilassamento in cui il processo è facilitato.


Certo ... da qui a cambiare il mondo ....

Come spunto a considerare quello che si può ottenere tramite la meditazione, ecco quanto segue.
(L'accento dei media e degli scienziati occidentali è dato unicamente agli aspetti materiali delle due seguenti storie, che, ovviamente, contengono molto di più).

oltre12.net

___

India, non mangia e non beve da 74 anni

<p>India, non mangia e non beve da 74 anni</p>
Prahlad, asceta, sostiene che non mangia e non bene da oltre 70 anni ma che si nutre della "forza della vita spirituale". [...]

Ora [al momento della stesura dell'articolo - 2010] è ricoverato da sei giorni per accertamenti ed esperimenti nell'ospedale Sterling a Ahmedabad in India. Secondo i medici intervistati dalla Cnn l'uomo non presenta segni di disidratazione o di fame nonostante non mangia e beve certamente da sei giorni.
fonte: http://www.style.it/news/le-notizie-del-giorno/2010/04/30/india--non-mangia-e-non-beve-da-74-anni.aspx



Il servizio di Discovery Channel su 'Buddha Boy' (in inglese - attivabili sottotitoli con traduzione automatica in italiano)




Commenti

Post popolari in questo blog

Progetto Mondo Migliore, benessere economico o la Sola Rivoluzione?

L'evoluzione della sperimentazione umana passa attraverso l'ampliamento della coscienza, la consapevolezza della situazione in cui ci troviamo e la sua trasmutazione nella nuova creazione.
Questo post vuole proporre una prospettiva allargata in cui collocare il significato del progetto Mondo Migliore. Quali i suoi motivi di fondo? Come si inserisce nell’attuale contesto di evoluzione dell’umanità? Quali i suoi possibili esiti?

Una prospettiva gnostica allargata
Mi servirò della metafora gnostica per aiutarmi a descrivere la attuale condizione della incarnazione umana.
In questa metafora la terra, intesa come ambiente di sperimentazione della realtà, fu creata da Sophia, un ‘Eone’, ovvero una emanazione diretta della Sorgente. La Sorgente per essere tutto e completa, non può differenziarsi da Se Stessa, ma, per il suo amore creativo, si immagina, pensa, a qualcosa di diverso da Sé, generando, in prima istanza, gli Eoni, sue dirette emanazioni.
E proprio da un pensiero di questo Eo…

BENJAMIN FULFORD: La mafia khazariana cerca protezione cinese, in lontananza si profilano i Tribunali Militari

Il WDS ha ribadito la sua posizione secondo cui un giubileo è l'unica risposta.


ARTICOLO COMPLETO

Q 6 ottobre 2018

They want you DIVIDED.
DIVIDED by RACE.
DIVIDED by RELIGION.
DIVIDED by CULTURE.
DIVIDED by CLASS.
DIVIDED by POLITICAL AFFILIATION.
DIVIDED YOU ARE WEAK.
TOGETHER YOU ARE STRONG.
This movement challenges their ‘forced’ narrative.
This movement challenges people to not simply trust what is being reported.
Research for yourself.
Think for yourself.
Trust yourself.
This movement is not about one person or a group of people.

12 OTTOBRE 2018 DI FRANCO REMONDINA Aaah.. ecco cos’era…

Ecco cosa era l’incontro del governatore della BCE con il nostro (nostro???) Caccarella: la fine dell’euro! In pratica Draghi ha detto: non vi aiutiamo in caso di crisi! Cosa significa? Che, a meno di “IMPEGNARCI” in una nuova MANOVRA STILE MONTI, la BCE non darà liquidità! Ecco cosa è


ARTICOLO COMPLETO

Liberata la Rai: Sottratta alle oligarchie finanziarie. E’stato dato al popolo quello che è del popolo. (di Francesco Amodeo)

Quel cecchino non ci perdeva mai di vista. Col viso coperto dal passamontagna disteso sul tetto dell’Hotel Marriott di Copenaghen seguiva dall’alto ogni nostro passo.


ARTICOLO COMPLETO