Passa ai contenuti principali

Putin torna e mette in massima allerta la flotta settentrionale russa.

Faccio seguito al post "Il mistero di Putin: spunta la pista 'Energia Libera'" con la notizia della messa in massima allerta, al 'ritorno' di Putin della flotta settentrionale russa.

Aggiungo il fatto che buona parte dell'Europa ha appoggiato le recenti infrastrutture economiche asiatiche di fatto allontanandosi dagli USA, e quindi confermando che il 'nuovo' sistema economico è in piena attuazione verso il multilateralismo guidato da BRICS e in particolare Cina.
Cito solo una delle fonti ufficiali che hanno riportato la notizia:
 'la Francia, l’Italia e la Germania hanno deciso di seguire le orme della Gran Bretagna e di aderire all’Asian Infrastructure Investment Bank (AIIB), definita una sorta di Banca Mondiale della Cina, dal momento che si contrappone alla Banca Mondiale con sede a Washington.'  - link
Certo qualcosa sta accadendo come numerosi voci riportano. Cosa, nel dettaglio, non ci è dato sapere. Vedremo se mai potremo ....

GovernmentZA - flickr - CC licence

(da International Business Times)
Russia, Putin riappare ed allerta la flotta del nord (contro la NATO)

Di Emanuele Vena | 17.03.2015 16:42 CET
Riappare e torna subito protagonista. Si tratta ovviamente di Vladimir Putin, presidente russo ricomparso in pubblico dopo una decina di giorni di assenza che avevano fatto sorgere dubbi sulle sue condizioni di salute. Ma il presidente russo non solo sembra in forma, ma anche piuttosto combattivo. Come dimostra la decisione di porre in stato di massima allerta la flotta settentrionale russa, situata nella zona di Murmansk, ad una trentina di chilometri dal Mar di Barents.

A rendere evidente la quantità delle forze coinvolte bastano le cifre, che recitano di 38 mila soldati, oltre 3 mila veicoli militari e più di 160 tra navi, sottomarini, aerei ed elicotteri.
[...]

Commenti

Post popolari in questo blog

Il pensiero positivo espande, quello negativo distrugge. Vediamo perchè e cosa significa.

La materia apparentemente risponde solo alle leggi fisiche, ma in realtà tutto viene creato dal pensiero. La materia ha una grossa inerzia al cambiamento e questo fa percepire la apparente ininfluenza del pensiero su di essa. In realtà tutto è creato dal pensiero anche se ci vuole del tempo per manifestarlo.Quando emettiamo o chi ci circonda emette dei pensieri negativi stiamo di fatto utilizzando lo strumento di distruzione della creazione che si manifesta nella materia come un senso di riduzione del se. Tale riduzione non si manifesta immediatamente a livello fisico anche se con il passare degli anni questi pensieri negativi possono portare a un impoverimento della efficienza anche del nostro corpo fisico. Avrete sentito parlare dei cosiddetti iettatori o menagrami, in effetti con uno specifico pensiero negativo unito a volte a specifiche tecniche e ad una intensità particolare può portare reali conseguenze nel mondo fisico.L'opposto di tutto questo è il pensiero positivo, l'…

oltre12 segnala: ITALIANO -- BENJAMIN FULFORD: 25:06:2018

Il vecchio regime negli Stati Uniti e in Europa sta collassando in un modo che sta diventando ovvio anche agli occidentali sotto controllo mentale e analfabeti.


ARTICOLO COMPLETO

PREVISIONI LUGLIO 2018 – FUORI DALLA GABBIA

Ricordo che per calcolare il numero del mese è sufficiente sommare il suo valore numerico (ad esempio Luglio è il numero 7), con la somma delle cifre dell’anno in corso; nel nostro caso il 2018 è un 2 (2+1+8= 11 => 1+1 = 2). Luglio quindi è un mese 9.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD: Arresti di massa ad agosto; L'annuncio sull'11 settembre sarà a settembre; e il Giubileo a ottobre?

I bravi ragazzi stanno continuando nella battaglia segreta per la vittoria del pianeta terra, in grande stile, confermano molteplici fonti.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD : La rivoluzione continua con il crollo dei vecchi regimi in Messico e nell'UE, inizia anche la divulgazione del programma spaziale segreto

Ciò che è sicuramente reale, tuttavia, è la rivoluzione in corso in Occidente. Fonti del Pentagono stanno ora dicendo che il numero di accuse sigillate negli Stati Uniti è arrivato a 40.000 e che gli arresti di massa inizieranno probabilmente in autunno.


ARTICOLO COMPLETO