Passa ai contenuti principali

Video da non perdere. L'inutilità della democrazia e della politica dichiarate apertamente.

'La politica richiede il consenso. E quindi non è adatta per prendere decisioni'. Esiste un 'altro' livello che serve a tale scopo.

Finalmente la verità viene allo scoperto. No comment.



Grazie a Jervè di iconicon.it per aver segnalato il video di losai.eu e l'articolo di disquisendo.wordpress.com



 Articolo di Disquisendo:

Jovanotti ammette apertamente chi comanda il mondo!
Posted on 5 giugno 2015   

In una conferenza tenutasi, il 3 Giugno scorso, all’Università di Firenze, Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, ha ammesso apertamente chi comanda il mondo.

Ha ammesso tranquillamente che partecipato ad un summit segreto, molto molto esclusivo, di quattro giorni, organizzato in Italia dalla più grande azienda internet nel mondo, probabilmente Google, dove c’erano le 80 persone più importanti del pianeta. Proprio perché tenutosi in Italia, è stato invitato un artista filo-masso-mondialista, come lui. Il Jova fa notare che c’erano premi nobel, ingegneri, CEO di corporazioni, il capo della Banca Mondiale, addirittura c’erano attivisti dei diritti umani e femministe, skater e surfisti e non c’era manco un politico!

Sicuramente questi non saranno i personaggi più importanti del pianeta. Soprattutto Jovanotti, attivisti vari e sportivi. Che il fine sia quello di intortare maggiormente questi personaggi che hanno un pubblico giovane per incanalare i pensieri verso un determinato binario?

Fa riflettere che i politici non c’erano perché, a detta degli organizzatori dell’evento, non servono! La politica, continua Jovanotti, non è importante. Qui si decidono le cose. Non più a livello politico. Le scelte non le fa la politica. Una volta le faceva solo la politica, poi le ha fatte insieme alle corporazioni ed infine non le ha fatte più! La politica cerca consenso e cercando consenso sbagli sempre!

Quindi si ammette apertamente che il potere è nelle mani delle corporazioni. Quindi le corporazioni prima finanziano i politici, se li comprano, poi ci lavorano insieme, e poi li scacciano. Mi sembra molto banale come cosa. Eppure la politica continua su questa strada. Intasca, cede il potere, fino a quando verrano eliminati pure loro perché, come dicono gli organizzatori dell’evento, non servono! Il TTIP è proprio questo. Che le corporazioni sono al di sopra di tutto.

Addirittura il Jova si sbilancia dicendo: “grazie al cielo le decisioni vengono prese da altri (corporazioni)”.

E’ alquanto raccapricciante ascoltare queste parole. Lo sappiamo da tanto, troppo tempo, che il potere non è in mano alla politica e che siamo schiacciati dalle corporazioni. Il TTIP è l’ultimo passo verso una dittatura della multinazionali.

Chissà se adesso i dormienti e gli itaGLIONI capiranno chi comanda il mondo come canta Povia nella sua ultima canzone.

Gli incontri segreti devono essere perseguiti e arrestati tutti i partecipanti perché è inaccettabile che assassini si riuniscano per decidere le sorti di miliardi di persone. Chi ha dato loro questo potere? In base a cosa una cosa è giusta o sbagliata? Sicuramente i ricchi non potranno mai fare gli interessi dei poveri e della gente comune. Per questo bisogna spezzare le catene e liberarsi di questa feccia. Ricordo che noi siamo il 99% e loro solo l’1%. Senza di noi, braccio operaio, non sono nulla. Senza di noi, artisti come Jovanotti, non varrebbero una beata banana. Siamo noi che li facciamo arricchire, e non possiamo farci schiacciare da questa melma. Boicottate questi personaggi. Ribellatevi al sistema, non continuate ad alimentarlo. Non mettetevi più a loro disposizione.

Un mondo e un futuro migliore per tutti è possibile.

Sveglia gente!



Fonte: https://disquisendo.wordpress.com/2015/06/05/jovanotti-ammette-apertamente-chi-comanda-il-mondo/

Commenti

Post popolari in questo blog

QANON, 7 MARZO 2019. FACEBOOK, LA PIÙ GRANDE PIATTAFORMA DI SOCIAL MEDIA DEL MONDO È POSSEDUTA E GESTITA DALL'AGENZIA DI INTELLIGENCE CENTRALE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA

2989 Q!!mG7VJxZNCI7 Mar 2019 - 5:58:23 AM


Pensiero logico. DARPA ha completato il programma 'LifeLog' (finanziato dal contribuente)? Dopo il completamento, c'era la paura che il pubblico non avrebbe accettato il progetto se fosse stato sostenuto da DoD/C_A? Credete che la gente si sarebbe unita ad una piattaforma sapendo che era sotto il controllo di C_A e FED GOV? No. Come attirate le masse ad inserire tutte le loro informazioni personali e messaggi privati (cioè il loro LIFE LOG) in una nuova piattaforma? Lo rendi figo? Come ha fatto FB 'presumibilmente' iniziare e lanciare? Ivy lega solo? Sviluppare una tendenza e/o seguire? Come si fa a mantenere il progetto in esecuzione senza fondi 'pubblici' dei contribuenti? [DoD ha riferito che LifeLog è stato TERMINATO al Congresso/Senate OS]. Definire 'Black Budget'. Ha spinto HWOOD? Le persone seguono le 'stelle'? I concorrenti hanno attaccato sistematicamente (myspace) per prevenire la competiz…

BENJAMIN FULFORD: La Battaglia per liberare l'umanità dal controllo della Cabala sta per raggiungere il punto di svolta vitale

Sa Defenza La battaglia per liberare l'umanità dal culto degli adoratori di Satana che sacrificano esseri umani (Ba'al, Moloch, ecc.) sta giungendo al punto di svolta chiave, mentre intense battaglie si scatenano su più fronti.


ARTICOLO COMPLETO

Samadhi il film, 2017- Parte Prima- "Maya, L'illusione del Sè"

QAnon spiegato al pubblico italiano

COSA VUOLE QANON?La graduale rimozione di una mafia globalizzata che ha preso il controllo di quasi tutte le nazioni chiave del mondo a partire dal sistema bancario e traffico di esseri umani, organi, armi, droga, segreti industriali, ecc.La creazione di una cittadinanza consapevole e resiliente che prevenga il ripetersi di questa mostruosità.


PERCHÉ VALE LA PENA DI PARLARE DI QANON? 1. Se milioni di persone in tutto il mondo prendono sul serio quella che i media chiamano “teoria cospirativa” e quotidianamente in media oltre 200mila persone si collegano a https://qmap.pub


ARTICOLO COMPLETO

La nuova età dell’oro: dal prologo alla promessa

Stefano Fait è antropologo, politologo. Consulenza strategica nei settori: geopolitica, geoeconomia & geofinanza; economia e politica dello spazio Le maggiori trasformazioni saranno il culmine di vari trend in favore della de-massificazione e del decentramento.


ARTICOLO COMPLETO