Passa ai contenuti principali

News: La guerra a Trump, l'establishment Usa e le dimissioni del generale Michael Flynn

Da loccidentale.it:

Il "deep state", lo "stato profondo", cioé le strutture della forza di un Paese, i servizi, la intelligence, ex generali e alti ufficiali magari in pensione, le burocrazie e i gangli vitali del potere a Washington, come pure il sistema giudiziario.

Messi tutti insieme, e con la copertura dei media, questi poteri incarnano oggi la vera opposizione alla amministrazione democraticamente eletta. Il caso Flynn è il primo esempio, riuscito, di questa strategia? Insomma, per farla breve, l'establishment americano non si piega ancora al nuovo presidente, nonostante i poteri forti siano stati travolti dal voto popolare. L'impressione è che ci siano apparati ancora fedeli a Obama o repubblicani ostili a Trump che agiscono all'interno delle istituzioni Usa un po' come, all'esterno, nelle piazze delle grandi città americane, si organizzano "grandi" manifestazioni contro il presidente, con il sostegno di qualche miliardario di sicura fede democratica. Il Don finirà spodestato come accadde a Nixon? E' ancora troppo presto per dirlo. Del resto, mentre gli fanno la guerra dentro e fuori il palazzo, nel giro di qualche settimana Trump ha già messo a segno una serie di colpi che da soli valgono quanto i tradizionali cento giorni della presidenza Usa.

Stop all'Obamacare, alla immigrazione clandestina dal Messico, all'arrivo di migranti dai Paesi sponsor del terrorismo, avanti con i gasdotti congelati da Obama, con meno regole nel funzionamento dello stato federale, con le operazioni antiterrorismo, e l'elenco delle promesse mantenute da Trump potrebbe continuare. Insomma, il Don più lo assediano, più lui rilancia e alza la posta, scompaginando i piani degli avversari. E' già accaduto in campagna elettorale e sappiamo com'è finita, ha vinto lui. Ma stavolta il contesto è diverso. Trump è un presidente sotto assedio. E in una situazione instabile come quella che abbiamo appena descritto, ad andarci di mezzo pagando il prezzo più grande potrebbe essere la democrazia americana. Le regole e la costituzione che stavolta, per quelli come Kristol, passano in secondo piano.



La domanda ancora una volta non è tanto cosa si dicevano i diplomatici russi con il generale Michael Flynn prima che quest'ultimo diventasse consigliere per la sicurezza del presidente Donald Trump.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

Commenti

Post popolari in questo blog

oltre12 segnala: Il Sistema prossimo al collasso...

Stanno accadendo cose che voi sudditi non potete immaginare Anagrammare la citazione di Blade Runner diviene obbligatorio per descrivere quello che sta interessando gli Stati Uniti dAmerica.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

(inglese) oltre12 segnala: President Trump Drops NUCLEAR BOMB on Vaccine Mandates…

Wars are won by making political alliances.  If our side EVER wants to win we need to understand that simple fact.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

oltre12 segnala: SIAMO ARRIVATI ALLA FINE DI UN’ERA di Luca Carli

Forse te ne sarai accorto anche tu, guardandoti attorno e non vedendo più all’esterno, nel mondo che hai imparato a conoscere, nulla per cui valesse la pena avere Futuro.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

6 Grandi Illusioni che Imprigionano in Matrix

di Sigmund Fraud Traduzione di Anticorpi.info
"In prigionia, le illusioni possono dare conforto." Nelson Mandela
Affinché un gioco di prestigio riesca a ingannare un pubblico, è necessario che il trucco sia invisibile, e a tal fine il prestigiatore suscita nello spettatore uno stato di sospensione dell'incredulità.

Lo stato di sospensione dell'incredulità nell'illusione è spesso più confortante dello scoprire i segreti del prestigiatore.
Ebbene, noi viviamo in un mondo di illusioni. Molte delle preoccupazioni che ci occupano la mente e delle attività che riempiono le nostre giornate scaturiscono da impulsi che ci richiedono di diventare qualcuno o qualcosa di diverso da ciò che siamo. Non è un caso. Data la programmazione mentale funzionale alla culturaaziendale-consumista che oggi domina la razza umana, siamo indotti ad accettare alcuni aspetti della società come verità intoccabili, e a credere che alcuni modi di essere e agire siano più giusti rispetto a molti alt…

oltre12 segnala: David Icke da Phantom Self, Schiavi di un Sè Fantasma: come è cominciato il suo viaggio

Un estratto dalla penultima fatica letteraria di David Icke  Phantom Self,  “Schiavi di un Sé Fantasma”, in cui racconta come è cominciato il suo viaggio di scoperta e ricerca inclusa la comprensione del controllo dell’umanità, proprio mentre le persone sono troppo impegnate nella loro

ARTICOLO COMPLETO - fonte