Passa ai contenuti principali

Gaia Portal - Attuali "difficoltà" e il paradigma del "NESSUNA VIA DI FUGA".

Forse mai ho sentito così 'attuale' un messaggio. L'impressione è che siamo in un momento in cui, energeticamente, ci viene imposto uno stacco dai precedenti equilibri, che equilibri non sono più.

Momento in cui si è costretti a 'staccare' dal passato forzatamente, per, si auspica,  raggiungere nuovi equilibri più allineati con il nuovo stato energetico.

Tra le 'difficoltà' personali attuali c'è, come avrete visto, la impossibilità di aggiornare il blog ... e non solo ...

Manteniamo sempre gli occhi puntati sul 'mondo che vorremmo', mai come ora alla nostra  portata nella manifestazione concreta anche nella realtà più materiale, dato che per avere il nuovo deve, necessariamente, essere abbandonato il vecchio...

"Nessuna via di fuga"

oltre12.net


gaia_energy1
"Difficoltà", che alcuni definiscono "eventi non in allineamento con i percorsi percepiti-come-desiderio-del-singolo", sono esposte attraverso il portale allargato del complesso Griglia di Luce di Gaia. Questo "complesso" griglia è una combinazione di diverse Griglie multi-dimensionali, poste in opera* in modo da consentire al paradigma "nessuna via di fuga" di mantenere in prima linea la consapevolezza individuale.

Tutti gli esseri umani, così come le persone più focalizzate, vivono all'interno di questo paradigma "Nessuna via di fuga", in questo momento di adesso nel tempo.

Quelli con la consapevolezza dell'attuale paradigma "Nessuna via di fuga" comprendono lo scopo delle "difficoltà", che si presentano adesso nello spazio interno energetico.

Abbracciare le "difficoltà", rilasciando il "modo di operare basato sul desiderio" **, e permettere alle soluzioni di entrare tramite la Mente Superiore, permetterà un agevole passaggio attraverso questi momenti di adesso.

[* Nota ÉirePort: clicca per la definizione delle poste in opera ]
[** Nota di ÉirePort: "basi" = plurale di "base"]

http://gaiaportal.wordpress.com/2013/04/09/current-difficulties-and-the-no-escape-paradigm/

Commenti

Post popolari in questo blog

Il pensiero positivo espande, quello negativo distrugge. Vediamo perchè e cosa significa.

La materia apparentemente risponde solo alle leggi fisiche, ma in realtà tutto viene creato dal pensiero. La materia ha una grossa inerzia al cambiamento e questo fa percepire la apparente ininfluenza del pensiero su di essa. In realtà tutto è creato dal pensiero anche se ci vuole del tempo per manifestarlo.Quando emettiamo o chi ci circonda emette dei pensieri negativi stiamo di fatto utilizzando lo strumento di distruzione della creazione che si manifesta nella materia come un senso di riduzione del se. Tale riduzione non si manifesta immediatamente a livello fisico anche se con il passare degli anni questi pensieri negativi possono portare a un impoverimento della efficienza anche del nostro corpo fisico. Avrete sentito parlare dei cosiddetti iettatori o menagrami, in effetti con uno specifico pensiero negativo unito a volte a specifiche tecniche e ad una intensità particolare può portare reali conseguenze nel mondo fisico.L'opposto di tutto questo è il pensiero positivo, l'…

BENJAMIN FULFORD: Società segrete, servizi segreti e religioni: l'attuale equilibrio di potere

La guerra segreta per il pianeta terra si è intensificata e si avvia verso una sorta di climax.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD: Storia segreta del Mondo dal 2000 al 2018

Gli asiatici fondarono un gruppo di alleati occidentali che divenne la cosiddetta White Dragon Society (WDS). Questo gruppo comprende persone di alto livello nel Pentagono, la CIA, l'FSB russo, la famiglia reale britannica, la massoneria, la Loggia P2 Vaticana , ecc.


ARTICOLO COMPLETO

Nino Galloni: “Siamo quattro milioni di eroi”.

“Come è possibile che si parli di crisi se non c’è nessuna scarsità reale delle risorse produttive, delle materie prime, dell’approvvigionamento, dei prezzi, dei costi e delle quantità nell’economia globale? Noi “crediamo” che ci sia una crisi, ma la crisi è solo una crisi di cons


ARTICOLO COMPLETO