Passa ai contenuti principali

La Pace di Dio.

La Pace di Dio è lo stato in cui si è consapevoli di essere una manifestazione di una unica Coscienza. Nell'atto di Essere Coscienza si esplica la identificazione del soggetto osservatore con l'oggetto osservato, ovvero la perdita di identificazione con la separazione manifestata nella disfunzione egoica. 

La separazione e l'individualità per-sonale, come tutte le elaborate filosofie dualistiche, non sono altro che una allucinazione, ovvero il vedere concretamente come reale ciò che non esiste.

Poiché nulla di ciò che è Reale (ovvero la Coscienza che si manifesta al di là della allucinazione) può essere minacciato, e nulla di irreale esiste, in questo consiste la Pace di Dio.

Questo stessa Realtà, viene identicamente espressa, con parole  diverse, da, tra gli altri, Eckhart Tolle, Jiddu Krishnamurti e dalla Coscienza Cristica (ad es. in 'Un Corso in Miracoli').

La rappresentazione della allucinazione dualistica, espressa in millenarie e elaborate filosofie e religioni

"Questa è la sfida dell’umanità ora: rispondere alla crisi radicale che minaccia la nostra stessa sopravvivenza: la disfunzione dell’egoica mente umana.

E allora chi sono io? Colui che vede questo. La consapevolezza che precede il pensiero, lo spazio nel quale il pensiero, o l’emozione, o la percezione sensoriale accade.

L’ego non è niente altro che questo: l’identificazione con la forma, che in primo luogo significa le forme di pensiero.

Ne deriva una totale inconsapevolezza della mia connessione con il tutto, della mia intrinseca unione con l’“altro”, della mia connessione con la Fonte. Questa dimenticanza è il peccato originale, la sofferenza, l’illusione."

Eckhart Tolle


"Quando non c’è spazio tra l’osservatore e l’osservato, allora c’è contatto diretto, c’è una relazione completa, per esempio, con un albero. Non c’è alcuna identificazione con l’albero, il fiore, una donna, un uomo. Solo quando non c’è alcuna separazione tra l’osservatore e l’osservato, c’è uno spazio immenso, nel quale non esiste il conflitto. È in questo spazio che c’è libertà.
 
In questo spazio tra l’osservatore e l’osservato entrano il piacere e il dolore, il desiderio di arrivare al successo, di diventare famosi e la sofferenza del fallimento. In quello spazio voi non siete in contatto con niente. Contatto e relazione hanno un significato completamente diverso quando l’osservatore è una cosa sola con l’osservato. Allora c’è uno spazio straordinario e c’è libertà."

Jiddu Krishnamurti

"Nulla di ciò che è reale può essere minacciato.
Nulla di irreale esiste.
In questo si trova la pace di Dio."
Dal Libro "Un corso in miracoli"



La allucinazione dualistica ha, nel corso dei secoli e millenni portato ad elaborare filosofie e concetti spesso ripresi e di fondamento a religioni ed ambienti massonici.
- La necessità di distruggere per ricreare ed evolvere
- La necessità del male come strumento di crescita verso il riconoscimento del bene - approfondisci
- I cicli infiniti di eventi che si ripetono 
- La gnosi come conoscenza superiore solo per iniziati
- La sofferenza come potente energia evolutiva
- Cinismo e prevaricazione come stati naturali; vittima e carnefice come archetipi ineludibili
- La necessità di una guida superiore e della conoscenza riservata agli eletti per condurre la evoluzione umana (Demiurgo)


Citazioni tratte da:
ucim.it
meditare.it
unicacoscienza.altervista.org


Commenti

Post popolari in questo blog

I UV Exchange iSystem: sistema di gestione del Valore Universale, ultime notizie da Heather confermano la messa in opera. Si tratta anche DI UNA PREPARAZIONE ALLA DISCLOSURE.

"Questo include anche rendere facile lavorare con i nostri scambi Galattici! E questo sistema aiuterà a preparare tutti alla disclosure." Nella recente trasmissione radio Collective Immagination link , Heather è tornata con informazioni sul 'Progetto XIII', sistema di accesso al Valore Universale. A prima vista parrebbe essere un sistema elettronico decentralizzato di mantenimento e scambio del Valore di ogni singola persona (I, essenza eterna). Difficile capire ora come questo 'conto' (di 10 miliardi di dollari per ciascuno) sia collegato al controvalore in oro.  Inutile sottolineare come nascano numerose domande a riguardo che riteniamo potranno essere veramente sciolte solo quando il sistema entrasse in uso... Riportiamo quanto riassunto da Ginger a riguardo: -Heather descrive (circa al minuto 39-40) di più riguardo al nuovo IUV Exchange iSystem di Caleb/nostro, che è un ponte dal nostro vecchio sistema nel nuovo, i suoi strumenti e se sarà si

Nello stile di IO-SONO. "Giudice Anna Von Reitz": Private corporation di servizi governativi che si propongono come governi.

sezione Trasmutazione Il portare alla consapevolezza quello che, anche se non apertamente visibile, fa pienamente parte della nostra realtà, è uno strumento per conoscere Chi Siamo e cosa vogliamo Creare. Anna Von Rietz Bill di American Kabuki, ci porta all'attenzione quanto scritto lo scorso 7 Aprile 2015 dal "Giudice Anna Von Reitz" (anche chiamata Anna Maria Riezinger), che evidentemente conosce e interpreta i meccanismi legislativi dietro le "private corporazioni di servizi governativi". Invito ognuno a verificare in prima persona le sue interpretazioni. In rete non sono molte le informazioni che riguardano Anna Von Rietz, anche se pare legata alla Supreme Court di Big Lake Alaska. Non sono riuscito comunque a trovare un elenco ufficiale di giudici che la riporti. In fondo al post (nel quale traduco parzialmente quanto scritto da Judge Anna) i riferimenti al, citato nel seguito, 'Paradigm Report' e inoltre ad altri scritti di Anna Vo

COME OPPORSI Barbara Banco - NOI è IO SONO ZOOM

Le Dichiarazioni di IO SONO - traduzione italiana

La strada percorsa a partire dal Paradigm Report , poi da OPPT  e  I-UV , doveva inevitabilmente giungere all' IO SONO. IO SONO non è 'io sono questo individuo', che ha fatto questo e quello, che ha avuto queste esperienze, giovane, vecchio, realizzato e meno, ecc IO SONO è la consapevolezza dell'Essere. IO SONO è l'Essenza e la nostra vera Essenza.  IO SONO è percepito nella quiete della mente, nello stato di assenza di pensiero e di giudizio. IO SONO è creatore/creatrice, è la consapevolezza che pone in essere la percezione della realtà. IO SONO non è quindi personale, lo stato di consapevolezza si percepisce come Tutto e Uno, non 'individuale' o distinta da quella che è la (unica) realtà che crea/percepisce. IO SONO è ADESSO. Al di fuori di mente e pensiero esiste l'unica consapevolezza dell'unico Momento Presente, che è l'unico momento che esiste. Le 'Dichiarazioni di IO SONO' , assieme alla 'Libreria di IO SON