Passa ai contenuti principali

Ai primi di Agosto: La fine della battaglia degli dei. di Giuliana Conforto.


Ai primi di agosto 2015 ci sarà una quadratura tra Saturno e Giove, uno “scontro” tra gli dei che rappresentano l’uno l’austerità e, l’altro, la prosperità. Guarda caso sulla terra si dibattono le stesse idee, austerità e prosperità, senza alcun risultato e con sfibranti sconfitte da parte di tutti. Solo casi? No, ulteriori indizi dei grandi inganni perpetrati dalla cultura. Uno è la divisione tra cielo e terra, supportata tuttora dalla rivoluzione copernicana.


Pochi sanno che la divisione è apparente, dettata dall’uso di strumenti che registrano i messaggi del solo campo elettromagnetico e non si accorgono dell’immane energia oscura che pullula dal “vuoto”, cioè ovunque anche negli atomi che compongono questo mondo. Gli effetti dell’energia oscura sono ormai evidenti in cielo, in terra e persino nei nostri cervelli; può essere ciò che sentiamo come verità, coscienza degli infiniti mondi intelligenti che sono qui, uniti da un’unica Forza – la Vita – come suggeriva Giordano Bruno. I benpensanti, che sperano nelle riforme, ignorano che cos’è la Vita, credono alla cultura dominante e alla presunta lotta fra bene e male, al grande inganno che domina le menti umane e serve a provocare i tanti conflitti disseminati nel mondo.

La “cultura” li considera ovvi e non s’interroga sulle loro cause. Per comprenderle può essere utile la rilettura in chiave odierna dei grandi saggi che le hanno spiegate. Alla base di tutto, anche del dibattito tra austerità e prosperità, manca l’elemento chiave che ci può liberare dall’inganno. È la concezione comune del tempo, considerato come un parametro alieno, immutabile e lineare, lo stesso che vale dal remoto Big Bang fino ai debiti che i governi contraggono e i popoli devono pagare. Per gli esseri umani il tempo scorre in modo variabile, dipende dall’interesse, dagli umori e/o i sentimenti legati alla situazione. Perché le istituzioni credono a un unico dio, il tempo lineare? Perché serve a conservare la distribuzione iniqua della ricchezza, il potere dei pochi sui tanti. “Credere alle categorie di spazio e di tempo è stupidità manifesta”, afferma Giordano Bruno.

L’inganno del tempo è legato, infatti, a quello dello spazio che appare “vuoto” ed è, invece, pieno di energia oscura. “C’è una Sostanza Madre che genera i moti” energia infinita per tutti e il tutto, afferma Giordano Bruno e confermano molte scoperte poco diffuse. Di recente gli astrofisici scoprono, infatti, la coerenza istantanea tra i moti delle galassie, in apparenza “distanti” milioni di anni luce le une dalle altre (immagine in evidenza). Siamo in una realtà umbratile, dice Bruno.Siamo in una matrix, traduco io in termini odierni. Una matrix che infine possiamo cambiare senza bisogno di combattere. Dopo il fracasso della Grecia, lo “scontro” tra Giove e Saturno può la fine della battaglia degli dei, l’evidenza che non c’è lotta tra le idee, ma c’è solo la paura comune di essere abbandonati su un pianeta senza risorse e senza soldi che poi sono solo numeri inventati e “certificati”, dalle banche. Ci serve l’audacia di verificare gli inganni della nostre convinzioni e della così detta cultura. Che cos’è la realtà?

Una risposta in chiave umana e sociale, c’è sul mio ultimo libro: L’eresia di Giordano Bruno e l’eternità del genere umano se il link: http://www.noesisedizioni.com 

di Giuliana Conforto
http://www.giulianaconforto.it/?p=3682

Commenti

Post popolari in questo blog

RENDETELO VIRALE - Banca d'Inghilterra: "i soldi non sono rappresentazione su carta di beni 'reali', ma sono cambiali universalmente riconosciute, vengono creati nella loro maggioranza dalle Banche Commerciali nell'atto di fare prestiti."

'Si dice che negli anni 30 Henry Ford avesse commentato come fosse una buona cosa che la maggior parte degli Americani non sapesse come funziona il sistema bancario, perché, se lo avessero saputo, "ci sarebbe stata una rivoluzione prima di domani mattina"'
E' importante sottolineare e diffondere i punti fermi nella evoluzione della comprensione delle basi dell'attuale 'sistema', in particolare economico, specie se questi punti fermi vengono da dentro il sistema stesso, nella fattispecie dal bollettino ufficiale per il primo trimestre 2014 della Banca D'Inghilterra, ripreso e commentato dal quotidiano 'The Guardian', che ci fornisce ottime chiavi di interpretazione che consiglio di leggere fino in fondo.

Sono questi momenti, come la pubblicazione di questo resoconto da parte di un organo ufficiale, momenti topici, in cui la chiave di interpretazione della realtà (o quantomeno della realtà percepita come tale) viene allo scoperto. Il fatto che…

What It Means to Work For the New World Order; George Clooney, Part 2

I wasn’t going to do a part 2, I really wasn’t.


ARTICOLO COMPLETO

Q ( QANON ) STA PER TORNARE!!!

Tweet di Ron, amministratore della piattaforma 8ch.net, sulla quale Q (Qanon) pubblica i suoi 'drop'.

"Dopo alcune settimane in cui è stato eseguito del lavoro preparatorio per meglio proteggere la privacy e la sicurezza degli utenti, siamo ora nella fase finale prima di riportare il tutto online.
Il beta test della infrastruttura è in corso - stiamo verificando e confermiamo che tutti i sistemi stanno funzionando nel modo atteso."



Originale in inglese:

After a few weeks of building new groundwork to better protect user privacy and security, we are now in the final stretches before getting things back online. Beta testing of infrastructure in progress - verifying and confirming that all systems are functioning as expected.


READ THE FULL ARTICLE...

La Cabala Mondiale

«Perché ci dedica tanta attenzione?», chiese uno dei due uomini. «Non lavora per alcun giornale famoso. Scrive articoli che rendono nervosi i nostri membri.


ARTICOLO COMPLETO

L'organismo di controllo che gestisce il mondo

Certamente un discreto numero di noi è consapevole del fatto che le persone che gestiscono il nostro governo non sono le persone che hanno veramente il controllo delle questioni politiche ed economiche, interne ed estere.Spesso sentiamo parlare di "loro" che fanno questo, quello o l'altro. "Loro" s


ARTICOLO COMPLETO