Passa ai contenuti principali

Dopo JFK, uccideranno Donal Trump? - è la domanda di Tucker Carlson

Negli USA, che attualmente non godono di grande popolarità nel resto del mondo, stanno però avvenendo rivelazioni di massa che farebbero rabbrividire tutti i media e i politicanti italiani. 

Estremamente probabile che ciò serva a preparare la strada alla rielezione di Trump il prossimo 5 novembre, e soprattutto alle pesanti azioni di 'dismissione' del Deep State (la piramide massonico/gnosticista/globalista che finalmente si è rivelata manifestamente).

Tucker Carlson è forse il più famoso giornalista americano, seguito da decine se non centinaia di milioni di americani, di cui si è guadagnato la fiducia. Dopo l'estromissione da Fox News, probabilmente dovuta ad una ingerenza da parte della azienda che gestisce gli apparati informatici per i conteggi delle elezioni Presidenziali USA, ha aperto un proprio format di notizie, prevalentemente su Twitter, e altri canali social, nonché su un suo sito di notizie privato. La sua recente intervista a Putin, fatta in Russia, ha totalizzato miliardi di visualizzazioni.

Nell'ipotizzare che tale Deep State non esiterebbe a eliminare fisicamente Donald Trump, che viene dallo stesso Deep State visto come una vera minaccia esistenziale (assieme a Putin), non esita a dichiarare che tale trattamento fu riservato 61 anni fa ad un altro presidente, e alla vigilia delle elezioni presidenziali, riferendosi esplicitamente all'assassinio di JFK, assassinio che sarebbe quindi stato architettato dal Deep State stesso. 

Tutto questo raccontato alle masse, milioni di americani.


Commenti

Post popolari in questo blog

E intanto la grassona continua a cantare…

Un ottimo post da iconicon.it, che offre interessanti punti di vista sulle principali tematiche 'alternative' della rete.  Esorto a tutti di leggerlo, ma consiglio di mantenere un atteggiamento 'positivo' durante la lettura. Infatti se lo scorrerlo causasse i soliti pensieri 'nulla può mai cambiare' o 'piove sempre sul bagnato' che tutti noi abbiamo almeno una volta espresso, l'inevitabile conseguenza sarebbe un atteggiamento rinunciatario e disilluso, che non farebbe altro che portare acqua al mulino di chi, anche diffondendo notizie, non vuole il cambiamento. In tal caso consiglio di non concentrarsi sul 'mondo esterno' ma guardare al proprio interno per espandere la propria consapevolezza, che è poi l'unico vero risultato di tutto questo polverone. Potrebbero essere di ausilio le sezioni 'Il cambiamento' e 'Video' del blog. Ecco il post di iconicon: E intanto la grassona continua a cantare… : In riferiment