Passa ai contenuti principali

BREAKING NEWS: La scienza conferma l'inconsistenza sperimentale del paradigma materialistico.

Non è notizia di oggi, ma un lavoro di ricerca paziente, iniziato negli anni trenta del secolo scorso, che sempre più evidenze sperimentali, possibili, soprattutto negli ultimi anni, grazie al progresso tecnologico, continuano a confermare.

Dagli anni trenta qualcosa non quadrava nella fisica classica, quella che vede la materia come unica cosa esistente, in modo oggettivo, indipendentemente dall'esistenza di un osservatore, e in cui la coscienza è la semplice conseguenza di (complesse) aggregazioni di materia.
Prima dal punto di vista teorico, e recentemente dal punto di vista sperimentale, alcuni fatti proprio non sono spiegabili dal paradigma materialistico. Si pensi che Einstein, pur creatore della magnifica Teoria della Relatività (che formulò in pochi anni, e che pur rimane nell'ambito convenzionale della realtà oggettiva), passò gli ultimi 28 anni a cercare, senza riuscirci, di confutare quei risultati che sembravano impossibili. Solo dopo la sua morte la tecnologia consentì la realizzazione di osservazioni sperimentali non confutabili.
Alcuni esempi:
- Non località. Alcune particelle si influenzano istantaneamente a qualsiasi distanza (teoricamente anche infinita)
- La semplice osservazione (o non osservazione) di alcuni fenomeni  (comportamento di elettroni e fasci luminosi) ne determina il modo in cui accadono, addirittura in modo retroattivo temporalmente, influenzando il comportamento nel passato del fenomeno stesso
- La non validità sperimentale del "Macrorealismo", secondo cui quanto rilevato nell'ambito sub-atomico non si applicherebbe alla 'macro' realtà.

Le conseguenza portano alla necessità di formulare ipotesi che stravolgono la percezione del mondo descritta dalla fisica classica:
- Il mondo descrivibile come un qualcosa simile ad una 'simulazione al computer'
- La realtà tridimensionale come risultante dalla proiezione olografica di una sorgente bidimensionale
- La necessità di una Supercoscienza (sistema di consapevolezza) che 'crea' la realtà percepita.
Tutto questo, e molto altro, detto da scienziati accademici accreditati, la cui maggioranza ha ormai il 'coraggio' di formulare, e dimostrare, tali ipotesi.


Imperdibile il seguente video, seppur impegnativo, ma di una chiarezza esemplare. Ha sottotitoli in inglese attivabili con (ottima e comprensibile) traduzione automatica del testo in italiano attivabile.



Commenti

Post popolari in questo blog

oltre12 segnala: PREVISIONI NUMEROLOGICHE ANNO 2018: LA RIVELAZIONE di Luca Carli

L’anno 2018 secondo la Numerologia possiede l’energia del numero 11. Solitamente le cifre andrebbero ridotte ottenendo un 2, ma l’11 è un numero Maestro di cui vi invito ad approfondire il significato in questo esaustivo articolo sul Il significato dei Numeri Maestri.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

News: ET Disclosure in Corso

Impareranno che c’è un fiorente accordo commerciale di cui non si sapeva nulla fino a poco tempo fa, e che il prezzo per l’umanità è stato molto molto alto. Alcuni dei controllori hanno detto che “non possiamo gestire la verità“.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

News: QAnon e La Tempesta Update Gennaio 2018

QAnon e La Tempesta Update Gennaio 2018. Di Interstellar. Fonte SGT Report. Le ultime informazioni provenienti da QAnon stanno mettendo in evidenza potenzialmente alcune brutte notizie per trafficanti e pedofili, non ultimo il numero senza precedenti di voli per Guantanamo Bay.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

oltre12 segnala: Sta Arrivando Una Tempesta

La grande pulizia sta per iniziare. Ma senza dubbio sarà una tempesta di proporzioni epiche, generata NON da HAARP o dalle macchine meteorologiche controllate dalla Cabala, ma dai Patrioti e dai White Hats negli Stati Uniti e in tutto il mondo.

ARTICOLO COMPLETO - fonte

2018. Soccombere o Creare? Ecco come. (un piccolo vademecum per l'anno nuovo)

La nostra realizzazione è, in questo momento, principalmente questione di rimozione dei profondi condizionamenti / programmazioni / emozioni negative a cui siamo drasticamente sottoposti fino dalla nascita: 1. blocchi e esperienze personali (questi hanno un aspetto più propriamente psicologico ma sono specchio di scelte fatte ad un altro livello di esistenza o vere e proprie influenza dirette di strutture di pensiero negative anche individualizzate). Non è competenza di questo blog, ne tra i temi trattati in esso. E' però importante che gli operatori del settore tengano sempre presente che c'è un preciso sistema, realizzato su più livelli di realtà, che crea specificatamente e volontariamente i problemi psicologici umani. La loro risoluzione è quindi legata alla liberazione della umanità intera.
2. deprogrammazione dalla immagine di realtà che ci è insegnata o imposta. Molto difficile da rimuovere perchè con gran parte di queste cose abbiamo finito per identificarci e quindi …