Passa ai contenuti principali

Presenza, non Mente, Risveglio, sono sufficienti? Scoprilo ora.

Uno stormo di uccelli, un gatto, se lasciato vivere in modo naturale, non troppo a contatto con l'uomo, vivono sempre nel presente, nelle non-identificazione con la propria mente/pensiero. Esprimono pienamente il proprio stato di esistenza.



Ma metteteli in una gabbia, come capita a dei felini in un vecchio zoo. Potranno sviluppare comportamenti convulsivi, patologie psicologiche e malattie fisiche.
Pur essendo sempre e ancora nel presente, nella dis-identificazione con i propri pensieri, le limitazioni fisiche e psicologiche ne limitano la possibilità di espressione. Non sono quello che dovrebbero e vorrebbero essere.


Il non manifesto, la Consapevolezza che permette l'esistenza di tutto non ha bisogno di essere risvegliata, di vivere nel presente, di uscire dall'illusione. E' sempre stata in quello stato e sempre lo sarà, al di fuori dal tempo.
Ma lo stato di incarnazione dell'umanità, questa sperimentazione, che per noi è assolutamente reale, della identificazione con la persona, è l'espressione di uno specifico stato dì essere, appunto la incarnazione terrestre.

Noi, tutta l'umanità, viviamo in gabbie invisibili. Gabbie mentali costruite da altri uomini o da altre entità che hanno fatto della oppressione e del dominio il proprio stato di esistenza, e si sono pienamente espressi in strutture di condizionamento, quali istituzioni, legislazioni, informazione/propaganda, religioni, educazione, condizionamenti.
Gran parte della sofferenza, dei problemi, delle patologie,  non derivano dalla 'condizione umana', ma derivano da questa gabbia, che si trasmette nelle generazioni, che opprime e condiziona.


Tre sono i possibili futuri dell'umanità:
- non presenza, permanenza in uno stato limitato di coscienza, con probabile auto-estinzione nei conflitto e nel non equilibrio.
- solo presenza. rinuncia alla sperimentazione della condizione umana, ritorno a ciò che è e sempre sarà (ascensione). Anche questa è una forma di auto-distruzione dell'esperimento umano.
- presenza, consapevolezza allargata per liberarsi ed esprimersi pienamente in questa condizione di incarnazione

E' necessario prima allargare la propria coscienza, ma poi è essenziale vedere e uscire da queste gabbie, dentro le quali non è possibile la fine della sofferenza, non è possibile essere quello che vogliamo, e dobbiamo essere.
Rivelazioni sono già iniziate, e causeranno turbamento in chi ancora vive nella fiction descritta dai media principali. Chi invece si è già accorto che le cose non sono come ci erano state descritte potrà soffrire di mancanza di punti di riferimento nel distinguere tra le notizie vere e quelle volutamente false che saranno diffuse.

La liberazione è iniziata, ognuno di noi può parteciparvi nel modo che più sente proprio. 




Commenti

Post popolari in questo blog

Il vate della vaccinologia mondiale certifica il fallimento vaccinale

NUOVA ESPLOSIVA PUBBLICAZIONE A FIRMA STANLEY A. PLOTKIN - Contrordine! I vaccini non sono sicuri né efficaci. A sottoscriverlo è l’esperto mondiale di vaccinazioni.


ARTICOLO COMPLETO

MARCO RIZZO ► "C'È UNA IMMIGRAZIONE FORZATA CHE SERVE A ELIMINARE I DIRITTI"

ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7 "I #migranti servono per eliminare i #diritti", parole forti che a primo impatto non sembrano appartenere al leader del Partito #Comunista. Il significato però lo spiega lui ai nostri microfoni. Ecco cosa pensa Marco #Rizzo (#PC) dell'#im


ARTICOLO COMPLETO

David Icke: l’agenda della Religione Unica Mondiale

Traduco in sintesi la parte finale del podcast di David Icke, UFOs, A One World Religion & One World Army  del maggio 2019, in cui cita e  legge un articolo di Daniel Taylor, apparso poco prima sul suo sito davidicke.


ARTICOLO COMPLETO

ENGLISH -- BENJAMIN FULFORD: 30:12:2019

“Putinfobia” “Caos Globale” “Guerra nucleare- il giorno prima” “Diario di guerra” “Pianeta Terra. L'ultima arma di guerra.


READ THE FULL ARTICLE...

IL 2020 PORTA L’ONDA DEL VENTO di Stefania Ricceri

Il 2020 porta l’onda del vento, forte, travolgente, scoprente. Inutile stare ancora a raccontare del 2019, c’è stato ampio spazio per farlo.


ARTICOLO COMPLETO