Passa ai contenuti principali

Le quattro fasi con cui si sovverte l’ordine di una nazione. In che fase ci troviamo?

"Cambiare la percezione della realtà al punto che, nonostante l'abbondanza di informazioni, nessuno sia in grado di arrivare a conclusioni sensate, e nell'interesse di difendere se stesso, la propria famiglia, la propria comunità e la propria nazione"

[obiettivo della guerra psicologica]


È in corso una guerra, con tecniche non convenzionali. Queste tecniche sono state studiate e consolidate ormai da molti decenni. In quale fase ci troviamo? La prossima fase prevede anche un intervento fisico di tipo dittatoriale?

Si sente dire: "Aspettiamo che passi e speriamo di rimanere in salute". Forse la situazione è pianificata per evolversi in tutt'altro modo?

Se la gente lo sapesse starebbe ancora ad aspettare che tutto passi?

Si tratta di un grande processo di lavaggio del cervello che procede in quattro fasi:

- fase 1: Demoralizzazione (disillusione, senso di impotenza, di impossibilità a cambiare, e indottrinazione a ideologie che dividono, sminuiscono e colpevolizzano l'attuale organizzazione ed i valori sociali condivisi). 15 - 20 anni

- fase 2: Destabilizzazione (destabilizzare l'economia, il sistema di difesa, le relazioni internazionali della nazione, ovvero dello stato)

- fase 3: Crisi (crisi sociale, politica, organizzativa), conseguenza del successo della fase 2. Il popolo si solleva contro il proprio governo, che non sta più garantendone le necessità

- fase 4: "Normalizzazione"  dei vertici di Potere, della struttura della nazione e dell'economia, anche con l'uso di apparati militari, giustificati dal 'mettere ordine' alle conseguenze della fase3

Esempi storici: Nicaragua, Grenada, nella stessa Russia comunista, nella Germania nazista, Afghanistan, e le numerose 'rivoluzioni colorate'.

Osserviamo e capiamo, e cerchiamo di informare chi è in grado di recepire. Organizziamoci senza dare il pretesto alla necessità di un intervento di forza. Questo è il nostro modo per poter far fallire l'operazione di guerra psicologica in corso.


Commenti

Post popolari in questo blog

CORPORAZIONE U.S. FALLITA, CON BENEFICIARIO IL POPOLO? B1den presidente inconsapevole, per consentire le procedure fallimentari? Solo fantasie?

Immagini di documenti che si stanno diffondendo in rete portano a considerare come degli individui in carne ed ossa, che si fanno chiamare EL (singolare di Elohim), abbiano aperto cause, che uno di questi documenti mostrerebbe a buon fine, per la messa in bancarotta della C orporazione US, a favore della Repubblica del Popolo americano (USA).  Bid4n presidente inconsapevole di una corporazione mantenuta in vita per la esecuzione delle procedure fallimentari? Quali i documenti a supporto e quali le ipotesi verosimili? ECCO ESPOSTI, PIU' SOTTO, I LINK AI DOCUMENTI UFFICIALI PROTOCOLLATI Vediamo: - La Presidenza della US corporation, come i governi delle altre nazioni, tra cui l'Italia, sono ufficiali preposti a capo delle corrispondenti corporazioni che furono registrate presso la SEC (registro corporazioni US) dalla fine del 1800 ai primi '900 - Sono stati presentati casi di bancarotta, con beneficiario il Popolo, (link ai casi protocollati ufficialmente in fondo all'a

"Giudice Anna Von Reitz". Oltre la finzione: Private Corporazioni di servizi governativi che si propongono come governi.

FONDAMENTALI INFORMAZIONI VENGONO ALLA LUCE Un argomento di estrema attualità , già emerso negli anni scorsi, ma ora, grazie anche alle numerose ricerche e agli approfondimenti ritrovabili in rete proprio in questi giorni, risulta più comprensibile e concreto, anche in vista degli auspicati avvenimenti che potrebbero manifestarsi nel prossimo futuro. I punti principali: - Tutti questi "governi" sono in realtà niente altro che "società di servizi governativi" di proprietà privata gestiti da cartelli bancari internazionali  - La verità è venuta fuori finalmente e definitivamente. Ci sono così tante persone da ringraziare per questo, non saprei citarle .... ma i ratti sono stati completamente e assolutamente esposti. - E la truffa è finita, non è più qualcosa che può essere soppresso e contenuto - 177 nazioni di tutto il mondo hanno riconosciuto che la "federazione degli Stati Uniti", ha agito come un sindacato criminale e che opera in una forma e in un modo

America: "business as usual"? - Tutto come sempre? - NO, L'INTERVENTO COSTITUZIONALE DEI MILITARI E' ATTIVATO - L'opinione di Juan O Savin

Ecco cosa ci racconta Juan O Savin, una delle voci apparentemente più affidabili riguardo alla situazione USA, che, mesi addietro, aveva previsto la militarizzazione di Washington DC e l'innalzamento delle barriere fisiche da parte dei militari. Riassumo: - Il 19/1 sono stati diffusi i rapporti definitivi riguardo alla interferenza straniera nelle elezioni US. Tali rapporti hanno attivato:  1. l'ordine esecutivo 2018 di Trump a tale specifico riguardo,  2. il dovere costituzionale dei militari ad un intervento in caso di guerra cibernetica a difesa della costituzione e dei diritti della gente da essa garantiti. - In particolare dal 20 gennaio, giorno dell'insediamento di Biden solo grazie alla interferenza (guerra cibernetica) di entità esterne, e terminata la possibilità di porvi rimedio con procedure civili, i militari sono stati investiti dal dovere costituzionale di intervento. - Allo stato attuale il 'presidente' Biden NON ha accesso a tutti i poteri, in partic

NON LASCIAMOCI INGANNARE, E PRENDERE INGIRO. La disinformazione mirata di sistema ai massimi livelli.

"La Dea Semiramide, un giorno, prese due pali.  Ad uno affisse la scritta 'Pilastro' e all'altro la scritta 'Colonna'.  E così dominò il  mondo" Anna Von Reitz E' un po' triste vedere come molte persone, avvicinatesi alla informazione alternativa negli ultimi mesi, in particolare grazie alla operazione Q, siano propense a credere, senza filtri, a tutte le informazioni che sembrino in linea con "il Piano". Ed è da immaginare quanto stia ridendo, si stia sarcasticamente divertendo, chi diffonde e pianifica campagne di disinformazione (guerra psicologica), per conto, diretto o mediato, del [DS]. La conseguente dissociazione cognitiva è ai massimi. Ricordate: - Se una cosa è troppo bella per essere vera, molto probabilmente non lo è - Se una cosa accadrà (certamente) tra un paio di settimane, e cambierà il mondo, probabilmente non succederà - Se il mainstream parla di gruppi che credono in cose stravaganti, e fornisce date, molto probabilment

FUORIONDA CON DOTT: PSICOLOGIA DI DRAGHI, CONTE, MONTI, MATTARELLA! LA CABALA HA SOSTITUITO CONTE