Passa ai contenuti principali

"Messi nelle condizioni di nuocere"

"Abbiate fede nell'umanità"
Q4195


Quello che sta succedendo, è una lenta predisposizione affinché la umanità sia messa nelle condizioni "di nuocere", o meglio di reagire  alla millenaria, di certo secolare, organizzazione elitaria anti-umana.
È ormai chiaro che gli white, le multiformi e spesso non organizzate né identificabili forme in cui la verità si sta manifestando, stanno agendo ma solo per vie legali, nel rispetto di norme e consuetudini esistenti. E tali vie potranno avere successo solo parallelamente al Risveglio.

Si tratta quindi di attivare una partecipazione diretta locale e incisiva nelle organizzazioni anche istituzionali, ove possibile, di porre rimedio alla corruzione o alla connivenza dei giudici facendoli sentire appoggiati dalle masse, di organizzare controlli sulla regolarità delle elezioni, di porre fine alla influenza che i  media, primo strumento di condizionamento annichilatore, hanno ancora su molti, di convincere le forze dell'ordine e militari della necessità di rispondere al popolo, di esporre le infiltrazioni massoniche, ubique, infiltrate, tramite l'obbedienza cieca e auto-distruttiva alla fratellanza, in ogni istituzione pubblica, privata e religiosa, di risvegliare le coscienze e le menti, annebbiate sapientemente dalla Élite, di ri-scoprire la realtà divina, condizioni indispensabili per il vero cambiamento epocale che ci attende.

Siamo in una vera guerra, più una guerra civile che aperta e inter-nazionale, una guerra (detta di quinta generazione) in cui si vince non sul campo di  battaglia, ma tramite la costruzione di una realtà parallela mediatica fittizia, in cui è lo stesso popolo ad arrendersi al suo persecutore.

Difficile per chi si è risvegliato da questo stato di coscienza manipolata, attendere una realizzazione più visibile, più manifesta, vedere la giustizia agire direttamente, vedere gli scandali avere sfocio in aperte condanne e rivelazioni, vedere i parenti e vicini di casa rendersi conto dell'inganno colossale che ha manipolato la loro percezione.

La tensione che lo precede è purtroppo sempre maggiore, e può, essa stessa causare dei danni, ma vedremo, come stiamo già in parte vedendo, tutto questo concretizzarsi.

ABBIATE FEDE NELL'UMANITA'
oltre12.net

Commenti

Post popolari in questo blog

Il male, che ha perso.

Le parole sono come simboli.  Soprattutto in ambito spirituale, in cui il soggetto della parola è qualcosa di non materiale, possono avere diversi significati per diversi lettori. Utilizzerò qui termini della tradizione cristiana, che dovrebbero avere lo stesso significato per i più. - La realtà della Terra, o meglio la incarnazione umana sulla Terra , non è la norma della creazione. Sebbene è lecito pensare che esistano molti mondi  simili alla Terra, di certo esistono innumerevoli manifestazioni in cui la potenzialità del male (la possibilità del male) non è concretizzata. - La possibilità, anche solo in potenza, del male, pone in essere una potentissimo strumento di creazione. Noi, piccoli e apparentemente insignificanti esseri umani, possiamo scegliere addirittura di creare ciò che non è, ovvero il male (errore di percezione), l'idea di una discrepanza, di un abbandono del reale per l'immaginario in cui erroneamente si travisa l'esistenza di un mondo amorevole, di un

La Primavera Spirituale è adesso. Ed Il Salvatore.

"Similmente, quando il mondo sarà passato per il lungo inverno della mentalità materialista e voi discernerete la venuta della primavera spirituale di una nuova dispensazione, saprete che l’estate di una nuova visitazione si avvicina." (Urantia) La primavera spirituale è adesso. Mai come ora in molti cercano lo spirito, quella parte di verità che non é a noi direttamente disponibile tramite i sensi fisici. Nell'evoluzione che contraddistingue chi sceglie o verrà indotto a scegliere il divino, ci attendono innumerevoli esperienze di Creazione e crescita. pixabay.com "Il Salvatore non esiste" una frase che va di moda. Il Salvatore esiste, ed è il divino dentro di noi. Non E' noi, perché noi percepiamo la nostra persona  come separata. Siamo esseri  individualizzati , che potranno tornare all'Uno, ma non si sono con esso ancora riuniti coscientemente.  Altre personalizzazioni del divino, noi non siamo le sole e uniche!, possono fungere da Salvatore, come i

INCONTRO RAVVICINATO DEL 3º Tipo in VALMALENCO.Cosimo Di Giovanni, Angel...