Passa ai contenuti principali

La scienza è in mano ad una casta… La notizia più ignorata del momento

da altrogiornale.org


di Enzo Pennetta 

Le principali riviste scientifiche distorcono il processo scientifico e rappresentano una «tirannia» che va spezzata.

Questo il giudizio del premio Nobel per la medicina 2013.

La denuncia è grave, a maggior ragione perché è la cosa che ha pensato di dire Randy Schekman al Guardian il giorno stesso in cui ha ricevuto il premio Nobel e quindi non solo nel momento più importante per la carriera di un ricercatore, ma anche nel momento di massima visibilità. Ma non basta, la dichiarazione di Schekman era stata preceduta di un paio di giorni da quella di un altro autorevolissimo scienziato, Peter Higgs, notissimo teorizzatore del bosone di Higgs, che sempre al Gurdian aveva denunciato il sistema delle pubblicazioni scientifiche.

Ma se la dichiarazione di Schekman è clamorosa, altrettanto clamoroso è il silenzio con il quale è stata inghiottita dalle testate che si occupano di divulgazione scientifica, alcuni quotidiani le hanno almeno dedicato il “minimo sindacale” come Il Corriere della Sera“Schekman: «Le principali riviste scientifiche danneggiano la scienza»” (poco più che un trafiletto) e l’Unità “Il Nobel Shekman: “Boicottiamo Science e Nature”, altri hanno però vistosamente dimenticato di pubblicarla. Ma ancor più vistosa è la “dimenticanza” da parte di soggetti che fanno della divulgazione scientifica il loro argomento centrale, non una parola sull’autorevole denuncia da parte delle solite testate come Le Scienze, Oggiscienza, Query, Pikaia e perfino Focus e Ocasapiens, in genere così attente a difendere la buona scienza scegliendosi però bersagli comodi e banali come i creazionisti della Terra giovane o qualche stravagante di turno.

E allora per vedere commentato in modo decente quanto detto da Schekman dobbiamo andare su Wired, un periodico che si occupa in genere di scienza tenendo conto delle sue implicazioni più ampie, per leggere un articolo intitolato “Il Nobel che vuole boicottare le riviste scientifiche“, che inizia con le seguenti parole:

La scienza è a rischio: non è più affidabile perché in mano a una casta chiusa e tutt’altro che indipendente…

Le principali riviste scientifiche internazionali – Nature, Cell e Science – sono paragonate a tiranni: pubblicano in base all’appeal mediatico di uno studio, piuttosto che alla sua reale rilevanza scientifica. Da parte loro, visto il prestigio, i ricercatori sono disposti a tutto, anche a modificare i risultati dei loro lavori, pur di ottenere una pubblicazione.


L’accusa di “tirannia” lanciata da un neo premio Nobel dovrebbe in ogni caso meritare la massima attenzione, ma così come si usa fare per i critici di minore visibilità la tecnica è la stessa: ignorare per non dare visibilità alle idee. Ma Schekman aggiunge dell’altro, qualcosa che da sempre andiamo sostenendo:

Queste riviste, dice lo studioso, sono capaci di cambiare il destino di un ricercatore e di una ricerca, influenzando le scelte di governi e istituzioni.

Ma il suo laboratorio (all’università di Berkeley in California) le boicotterà – ha detto al Guardian –, evitando di inviare alcun genere di ricerca.

Sfruttano il loro prestigio, distorcono i processi scientifici e rappresentano una tirannia che deve essere spezzata, per il bene della scienza. Almeno così la pensa il Nobel.


La scienza con le sue dichiarazioni è un’autorità tale da influenzare le scelte di governi e istituzioni, e se è manipolabile da parte di chi detiene il comando delle principali testate scientifiche è automaticamente vero che le affermazioni su temi sensibili possono essere orientate in base alle convenienze dei governi stessi o delle istituzioni. Le dichiarazioni di Schekman supportano dunque indirettamente che su temi come il Global warming, la pandemia H1N1, l’eugenetica e tutte le implicazioni della visione malthusiana dell’evoluzione, la possibilità di orientare gli studi in un senso “conveniente” è reale. L’episodio della dichiarazione di Schekman mostra che però neanche per un Nobel per la medicina è facile denunciare i problemi della scienza, figurarsi per soggetti enormemente meno visibili. La denuncia di Schekman rappresenta però un incentivo ad andare avanti per tutti coloro che ritengono la scienza una realtà preziosa che deve essere difesa dalle strumentalizzazioni e da qualsiasi tentativo di piegarne i risultati a vantaggio di interessi particolari.

Fonte: 
Vedi: 

Commenti

Post popolari in questo blog

VIRUS: FALSE FLAG GLOBALE - Bollettino n.9 di oltre12.net

[agg. Qanon, stamattina 24/3 ha per la prima volta pubblicato un post che fa riferimento al virus.
Si parla di:
- virus originato nel sud est della Cina. Accenni al laboratorio virologico di Wuhan. Accenni alla collaborazione di scienziati di Harvard recentemente sotto indagine
- riferimento diretto all'utilizzo del virus come modo per influenzare economia americana e esito delle elezioni di novembre
- accenno alla pericolosità del virus maggiore di quanto diffuso ufficialmente
post completo ]
È in corso una guerra, combattuta con armi non convenzionaliIl virus, operazione sotto falsa bandiera (false flag), è una delle armi utilizzata dalla Oligarchia, braccata da forze di liberazione per la prima volta da millenniLe forze che, per la prima volta da millenni, sono in grado di contrastarla, stanno approfittando delle condizioni favorevoli che si sono create, per compiere le proprie azioni di rispostaLeggi tutti i bollettini (da google trends)
Riferimenti Il bollettino si rivolge alla p…

Q - NON ABBIATE PAURA - Qanon italiano 22 MARZO 2020

In questo brevissimo post Q vuole rassicurarci che tutto è predisposto per la nostra sicurezza e sta andando secondo i piani.
IL MONDO FUTURO - VITTORIA DELLA LUCE
3895
Non abbiate paura Q!!Hs1Jq13jV622 Mar 2020 - 3:32:03 AM https://www.youtube.com/watch?v=_MK0j765ko4📁
Non abbiate paura.
Q

SOPRAVVIVERE? ECCO COME. Lo scenario del caso migliore. Bollettino n.8 di oltre12.net

DIFFONDETE. IMPORTANTI INFORMAZIONI:
Lo scenario del caso peggiore lo conoscete. Andiamo qui a vedere il caso migliore. Focalizzare le nostre intenzioni collettivamente e in modo coerente su un risultato atteso, è un modo reale di creare il futuro che ci attende. Leggi tutti i bollettini
Riferimenti Il bollettino si rivolge alla parte di umanità già risvegliata (in continuo aumento), che certamente saprà interpretare correttamente lo spirito dello stesso. I riferimenti per le interpretazioni fornite sono le segnalazioni che quotidianamente oltre12.net fornisce.

Il migliore esito possibile della attuale situazione
Lo scenario del caso peggiore lo conoscete. Saremmo di fronte a prove di contenimento, di dittatura diciamolo, con tecniche di 'guerra moderna', in cui 'per il nostro bene', e 'per il bene degli altri', accettiamo volontariamente confinamento, limitazione delle libertà fisiche, nella paura e nel sospetto degli altri. E tralasciamo qui le conseguenze di tip…

Il piano per salvare il mondo.

Da vedere fino in fondo. Non spaventatevi nei primi minuti. E utilizzate la vostra capacità di valutazione.
Attivate la traduzione in italiano con il pulsantino dei settaggi video in basso a destra (PC) o i puntini in alto a destra (cellulari)

Dr. SHIVA Ayyadurai Discusses the Crackdown on Criminal Professors in Big Academia

MIT is selling American AI TECHNOLOGY to CHINA. Dr.SHIVA pointed this out 2 years ago and no one did anything. The crackdown that is happening finally on those who are building their careers SELLING us out is welcome. Learn more about Dr. Shiva Ayyadurai at: https://vashiva.com https://inventorofem


READ THE FULL ARTICLE...