Passa ai contenuti principali

Promemoria UpReaction: I tre livelli della realtà. Quello che è necessario sapere.


 Platone: Il Mito della Caverna (da veki.club)

Se paragonassimo la realtà ad una rappresentazione cinematografica, ecco i tre livelli di consapevolezza che ne possono emergere:

Il set.
Nel set, scenari e azioni, ed anche i copioni, vengono recitati da attori, che però, a differenza degli attori, non si rendono conto di star recitando. Le informazioni di cui vengono in possesso fanno parte del copione, che contribuisce volutamente a creare in essi la illusione di vivere nell'unica realtà possibile
Per uscire dal set è necessaria o una illuminazione interiore, improbabile ma non impossibile, oppure che il copione stesso sveli l'esistenza del set.
Trattandosi di uno stato di limitazione di consapevolezza può essere paragonato ad uno stato di illusione ipnotica.
E' il regno della materia, della fisica meccanica, della causa effetto e dello spazio-tempo lineare, dell'illusione.


Dietro le quinte.
Dietro le quinte è chi allestisce il set e scrive il copione.
E' lo stato di consapevolezza delle Elite, quelle al di sopra della figure di governance note al set. Elite che stanno , sempre, dietro le quinte, non visibili ai recitanti. Quello stato che utilizza strumenti che nel set vengono descritti, se mai se ne viene in contatto come esoterismo, complottismo, fantasie senza vero significato proprio perché utilizzano degli strumenti che vengono lasciati al di fuori della consapevolezza di chi opera nel set.
E' il regno della creazione di una realtà, attuata principalmente attraverso le strutture energetiche collettive di pensiero. Utilizza gli strumenti descritti nel vero esoterismo e parzialmente dalla fisica quantistica, della non-consequenzialità, della coscienza come creatrice della realtà manifestata.
Ma rimane nella separazione e nel dualismo.
A questo livello è possibile accedere attraverso la conoscenza dei suoi meccanismi, che sono al di fuori della 'logica comune' che vive nel 'set'.


Fuori dallo studio cinematografico.
Al di fuori dello studio cinematografico è la consapevolezza che rende possibili gli altri due livelli. Questa consapevolezza è silenzio, quiete, presente, e tutto. E il tutto non può avere parti diverse da se stesso. Crea gli altri due livelli pensando, illusoriamente, l'esistenza della differenza, della separazione, del bene e del male.
E' possibile, pur restando nel veicolo terrestre (mente/corpo) entrare in uno stato di comunicazione con questo livello, anche se non è la norma dello stato di coscienza.



Commenti

Post popolari in questo blog

Il vate della vaccinologia mondiale certifica il fallimento vaccinale

NUOVA ESPLOSIVA PUBBLICAZIONE A FIRMA STANLEY A. PLOTKIN - Contrordine! I vaccini non sono sicuri né efficaci. A sottoscriverlo è l’esperto mondiale di vaccinazioni.


ARTICOLO COMPLETO

David Icke: l’agenda della Religione Unica Mondiale

Traduco in sintesi la parte finale del podcast di David Icke, UFOs, A One World Religion & One World Army  del maggio 2019, in cui cita e  legge un articolo di Daniel Taylor, apparso poco prima sul suo sito davidicke.


ARTICOLO COMPLETO

ENGLISH -- BENJAMIN FULFORD: 30:12:2019

“Putinfobia” “Caos Globale” “Guerra nucleare- il giorno prima” “Diario di guerra” “Pianeta Terra. L'ultima arma di guerra.


READ THE FULL ARTICLE...

IL 2020 PORTA L’ONDA DEL VENTO di Stefania Ricceri

Il 2020 porta l’onda del vento, forte, travolgente, scoprente. Inutile stare ancora a raccontare del 2019, c’è stato ampio spazio per farlo.


ARTICOLO COMPLETO

"N.W.O. Divergenti dalla Matrix ?" | Notizie Oggi Lineasera

"N.W.O. Divergenti dalla Matrix ?" | Sintesi della puntata del 10 Gennaio 2020. Ospiti: GIANLUIGI PARAGONE (Senatore espulso M5S), ANTONIO M. RINALDI (Europarlamentare, economista), FRANCESCO AMODEO (giornalista, scrittore), CHIARA GIANNINI (giornalista e inviata di guerra), ARMANDO MANOCCHIA (diret


ARTICOLO COMPLETO