Passa ai contenuti principali

Ci sarebbero 17 miliardi di mondi delle dimensioni della Terra nella galassia.


La ricerca di un gemello della Terra si sta riscaldando. Con l’utilizzo della sonda Kepler della NASA, gli astronomi stanno iniziando a trovare pianeti di dimensioni della Terra in orbita attorno a stelle lontane. Una nuova analisi dei dati di Kepler mostrano che circa il 17 per cento delle stelle ha un pianeta delle dimensioni della Terra, in un orbita più vicino di quanto sia Mercurio al sole. Dal momento che la Via Lattea ha circa 100 miliardi di stelle, ci sono almeno 17 miliardi di mondi delle dimensioni della Terra là fuori [solo nella nostra galassia - ndr].

Studio: Almeno uno su sei stelle dispone di un pianeta delle dimensioni della Terra
Illustrazione artistica rappresenta la varietà di pianeti  rilevati dalla sonda Kepler della NASA. Una nuova analisi ha determinato la frequenza di pianeti di tutte le dimensioni, da Terre fino a giganti gassosi. I principali risultati indicano il fatto che una su sei stelle ospita un pianeta delle dimensioni della Terra con un’orbita di 85 giorni o meno, e che quasi tutte le stelle simili al Sole hanno un sistema planetario di qualche tipo. Credit: C. & D. Pulliam Aguilar (CfA)

[...]

La maggior parte delle stelle simili al Sole hanno pianeti
Nel complesso, i ricercatori hanno scoperto che il 50 per cento delle stelle ha un pianeta delle dimensioni della Terra  o più grande in orbita stretta. Aggiungendo che i pianeti più grandi  sono stati rilevati in orbite più ampie fino alla distanza orbitale della Terra, questo numero raggiunge il 70 per cento.
Estrapolando le osservazioni attualmente in corso di Keplero e i risultati di altre tecniche di rilevazione, sembra che quasi tutte le stelle simili al Sole hanno pianeti.
Il team ha poi raggruppato i pianeti in cinque gruppi di diverse dimensioni. Hanno trovato che il 17 per cento delle stelle ha un pianeta 0,8-1,25 volte le dimensioni della Terra con un’orbita di 85 giorni o meno. Circa un quarto delle stelle hanno una super-Terra (1,25 – 2 volte la dimensione della Terra)con un’orbita di 150 giorni o meno. (I più grandi pianeti possono essere rilevati a distanze maggiori con più facilità.) La stessa frazione di stelle dispone di un mini-Nettuno (2 – 4 volte la Terra) con orbite fino a 250 giorni.
I pianeti più grandi sono molto meno comuni. Solo circa il 3 per cento delle stelle hanno un grande Nettuno (4 – 6 volte la Terra), e solo il 5 per cento delle stelle hanno un gigante gassoso (6 – 22 volte la Terra) con un orbita di 400 giorni o meno.
[...]
Pianeti più vicini alle loro stelle sono più facili da trovare perché il transito è più frequentemente. Man mano che i dati vengono raccolti, pianeti in orbite più grandi verranno alla luce. In particolare, la missione estesa di Keplero dovrebbe permettere di individuare pianeti delle dimensioni della Terra a distanze maggiori, comprese le Terre con orbite nella zona abitabile.

Commenti

Post popolari in questo blog

Progetto Mondo Migliore, benessere economico o la Sola Rivoluzione?

L'evoluzione della sperimentazione umana passa attraverso l'ampliamento della coscienza, la consapevolezza della situazione in cui ci troviamo e la sua trasmutazione nella nuova creazione.
Questo post vuole proporre una prospettiva allargata in cui collocare il significato del progetto Mondo Migliore. Quali i suoi motivi di fondo? Come si inserisce nell’attuale contesto di evoluzione dell’umanità? Quali i suoi possibili esiti?

Una prospettiva gnostica allargata
Mi servirò della metafora gnostica per aiutarmi a descrivere la attuale condizione della incarnazione umana.
In questa metafora la terra, intesa come ambiente di sperimentazione della realtà, fu creata da Sophia, un ‘Eone’, ovvero una emanazione diretta della Sorgente. La Sorgente per essere tutto e completa, non può differenziarsi da Se Stessa, ma, per il suo amore creativo, si immagina, pensa, a qualcosa di diverso da Sé, generando, in prima istanza, gli Eoni, sue dirette emanazioni.
E proprio da un pensiero di questo Eo…

BENJAMIN FULFORD: La mafia khazariana cerca protezione cinese, in lontananza si profilano i Tribunali Militari

Il WDS ha ribadito la sua posizione secondo cui un giubileo è l'unica risposta.


ARTICOLO COMPLETO

Q 6 ottobre 2018

They want you DIVIDED.
DIVIDED by RACE.
DIVIDED by RELIGION.
DIVIDED by CULTURE.
DIVIDED by CLASS.
DIVIDED by POLITICAL AFFILIATION.
DIVIDED YOU ARE WEAK.
TOGETHER YOU ARE STRONG.
This movement challenges their ‘forced’ narrative.
This movement challenges people to not simply trust what is being reported.
Research for yourself.
Think for yourself.
Trust yourself.
This movement is not about one person or a group of people.

12 OTTOBRE 2018 DI FRANCO REMONDINA Aaah.. ecco cos’era…

Ecco cosa era l’incontro del governatore della BCE con il nostro (nostro???) Caccarella: la fine dell’euro! In pratica Draghi ha detto: non vi aiutiamo in caso di crisi! Cosa significa? Che, a meno di “IMPEGNARCI” in una nuova MANOVRA STILE MONTI, la BCE non darà liquidità! Ecco cosa è


ARTICOLO COMPLETO

Liberata la Rai: Sottratta alle oligarchie finanziarie. E’stato dato al popolo quello che è del popolo. (di Francesco Amodeo)

Quel cecchino non ci perdeva mai di vista. Col viso coperto dal passamontagna disteso sul tetto dell’Hotel Marriott di Copenaghen seguiva dall’alto ogni nostro passo.


ARTICOLO COMPLETO