Passa ai contenuti principali

Cosa sta accadendo? Parte 6 - Settembre 2015 Il Maestro Eremita – diventare canali di luce

proseguono i post della serie 'Cosa sta accadendo?'

dal blog http://iosonoildaimon.altervista.org/




Settembre 2015 Il Maestro Eremita – diventare canali di luce


7 settembre 2015
In questo momento di energie ripristinatrici, ci troviamo a parlare di cambiamenti decisivi nella coscienza collettiva come nel singolo, perché nulla può dirsi scollegato dalla fonte e da ogni dimensione.
Il balzo evolutivo che sta influenzando tutti noi in modo sempre più cosciente da qualche anno a questa parte, si è intensificato in modo esponenziale per una ragione particolare che ormai in molti conoscono.
Questo fenomeno che ci incuriosisce e ci ha dato modo di sperimentare nuove realtà più profonde di noi stessi e della nostra natura umana e spirituale viene indicato come Ascensione globale.
Nessuno di noi sa esattamente collocare nel tempo e nello spazio questo processo, non sappiamo indicare cioè con precisione una data di inizio né tantomeno una di “fine”, tuttavia i dati che fino ad oggi ho raccolto mi lasciano pensare ad una crescita esponenziale sempre più rapida di comprensione collettiva, qualcuno l’ha chiamata “speciazione“, ovvero una separazione naturale tra gruppi di uomini e donne che si distinguono in due generi:

  • Chi sa di essere più di un corpo e ha cominciato ad indagare la propria anima con curiosità propositiva, sviluppando in se le qualità di un Maestro
  • Chi delega la propria responsabilità totalmente ad una entità esterna a sé, assoggettandosi ed adattandosi completamente al pensiero collettivo riguardante esclusivamente “gli affari della materia”

Ebbene miei cari, in questo processo di scissione, viviamo sovente una serie di dubbi riguardanti il futuro, non sappiamo cosa stia accadendo ma lo sentiamo, sentiamo il distacco dal mondo che non ci appartiene più e con esso speriamo di non perdere coloro i quali desidereremmo avere accanto per sempre, perché apparentemente e a giudizio essi non hanno intenzione di seguire la nuova strada che ci porta verso l’evoluzione e la nuova Terra.
Lasciate che vi dica quanto questo sia un sentimento che affligge la maggior parte di noi, so che almeno una volta nel nostro percorso di anime in viaggio verso il futuro di una nuova Terra ci siamo fermati a guardare col magone un genitore o persone a noi care che non reputiamo pronte a questo passaggio armonico, so che dopo aver fatto questo pensiero ci siamo anche soffermati nel giudicare il comportamento “altrui” e del resto del mondo così come siamo in grado di vederlo (con occhi limitati e con la paura ed il livore di un essere umano che ha dei limiti che non è in grado di vedere).
So che ci siamo rassicurati quando abbiamo ricevuto conferme nella nostra vita che non siamo soli, che ogni cosa che ci è stata donata o concessa è stato il premio per aver vissuto con fiducia e con coraggio attraverso le avversità che, numerose o meno, si sono presentate nell’arco delle nostre esperienze.
Qualcuno di noi, ha potuto vedere quanta grazia esiste nella perfezione del Divino e della sua manifestazione, in pochi sono riusciti a tirare le somme fino a capire che non esistono le coincidenze ma che tutto fa parte di un Piano Superiore.
Ma la nostra condizione umana non ci permette di credere fino in fondo, presi così come siamo a fare i conti con la materia e col poco tempo che riusciamo ad investire per approfondire la conoscenza di tali argomenti.
Così sovente ci troviamo a dondolare su questa altalena di pensieri ed emozioni contrastanti, e quando la nostra fiducia viene riposta verso forme d’ego estranee alla nostra natura di cristalli divini, ritorniamo quasi al punto di partenza ricominciando a commiserarci giudicando e lamentandoci di tante cose.
L’energia che siamo abituati a riporre nel mondo della materia nel quotidiano è considerata sia una costrizione esterna sia una condizione normale di vita per tutti.
Ma questo modo di pensare ci è stato indotto da secoli di buio e menzogne pilotate da agenti apparentemente esterni a noi, apparentemente importanti, apparentemente più grandi della nostra volontà, non sappiamo quando ma sappiamo di aver vissuto da impotenti, di aver disperatamente cercato la libertà e di non avere nemmeno l’idea di cosa significhi essere realmente liberi.
Così anch’io, come tanti di voi, ho sentito l’impulso al cambiamento, ho cercato con impegno le risposte alle mie domande e mentre me le ponevo ho scoperto di non essere stata né la prima né l’ultima a porle in certi termini e a questi scopi.
Ho scoperto altresì che c’è un processo di comprensione simile per ognuno di noi e per ogni Maestro del passato.
Questo è il percorso che compiono i Maestri, essi si distinguono non tanto per essersi posti le domande in questione, ma per il percorso che hanno compiuto e che a tappe ben distinte gli ha offerto le domande alla stregua di un cartello stradale ad un bivio.
In questa epoca diamo tanto spazio all’informazione veloce, ci piace leggere sui social piccole pillole di saggezza, ma quanti di noi si soffermano su un concetto oltre al click di una ripubblicazione sulla propria bacheca personale?
Sappiate che per soddisfare la propria sete di acclamazione con un click (un pollice in su od una condivisione), molte persone sono disposte a tutto, e questo porta ad un sovraccarico di informazioni spesso errate e deformanti.
Ora ciò che vi chiedo oggi è di cominciare a considerare questo sovraccarico come una sfida personale, siamo giunti al tempo in cui dobbiamo imparare a camminare da soli, come cuori distinti e divinità integre, affidandoci all’onda di trasformazione che è in atto.
Impariamo ad ascoltare la nostra reale voce e a distinguerla da ciò che ci è stato insegnato fino ad oggi, abituiamoci all’idea che qualsiasi cosa venga detta scritta o comunicata sia da considerare il lascito di un uomo o di una donna che è degna di rispetto o di considerazione quanto voi, e come voi può sbagliare o può darvi la stessa verità da voi sperimentata sull’onda che voi stessi avete deciso di cavalcare.
Ma la cosa più importante di tutte è cominciare a desiderare di scoprire la verità, sporcandovi le mani e senza paure di sorta.
Non esistono i “canalizzatori” o i “medium” o i “santoni” o i “maestri”, esistono i Fratelli ed ognuno di loro è importante, capace, intelligente quanto ognuno di voi.
Coloro che chiamiamo Maestri (o channeler, o medium) sono solo persone che hanno sviluppato delle capacità, spesso in modo casuale, semplicemente seguendo il sentiero della verità e come loro ognuno di noi è chiamato a farlo.
La prova di ciò che sostengo l’ho ottenuta quando io stessa ho avuto modo di incontrare i miei Maestri, quando li ho visti ed ho sentito intensamente la loro presenza, ero in sintonia con l’energia di luce che investe da sempre ed in ogni istante tutti noi, il primo istinto che ebbi fu quello di riconoscere dei Fratelli e perciò mi sono sempre sentita di chiamarli, incoraggiata da loro stessi.
La Famiglia di luce è questa, noi tutti siamo parte di questa grande famiglia: nella luce divina dell’amore incondizionato è chiarissimo ed è motivo per essere grati di essere qui (e ovunque) e sperimentare le nostre capacità di comprensione infinita, poiché noi stessi siamo infiniti ed il nostro percorso non terminerà mai.
L’amore è al di la di qualsiasi pensiero scaturisca dalla nostra mente, esso ci unisce e fin quando non ci assumeremo il compito di sondare questa verità personalmente, non potremo comprendere la magnificenza ed il Dono della vita.
Per questa ragione, pensieri tristi o preoccupazioni ci annebbiano la mente fino a debilitare il nostro corpo e la qualità della nostra vita anche nella materia.
L’unico reale modo di dominare la materia è di intraprendere il viaggio di comprensione cosciente verso la natura dell’Essere, lo si può fare da un unico punto di vista, ognuno ha il proprio ed ognuno scoprirà i propri talenti di “Channeler, Maestro, Medium, Santo” nel momento in cui comincerà a considerarsi un componente importante del Tutto.
Questo non vuol dire certamente gonfiarsi come palloni e aumentare le dimensioni dell’ego già esistente, semmai il contrario.
Settembre è il nono mese dell’anno, nel 2015 molti di voi come me già ne sentono l’energia incredibile che si espande intorno ai nostri corpi. Ho parlato con diverse persone che mi dicono di percepire un misterioso calore interno, soprattutto sulla schiena e sulle spalle.
Per quando mi riguarda ho la sensazione di camminare in un’aria più densa, quasi acquatica, il mio corpo sembrerebbe assorbire dalla pancia ciò che gli serve, assimilare per poi trasformare e purificare ciò che è uno scarto e restituire il risultato attraverso la schiena e le spalle, un po’ come fanno gli alberi con l’anidride carbonica.
Inoltre, l’immagine in questione mi ha ricondotto a quella dell’arcano numero 9: L’Eremita.

Arcano Eremita

L’ Eremita è solitario, percorre la sua strada rivelata da un lume che è sorretto dalla mano destra nuda (che rappresenta la materia, la condizione umana di carne o corpo fisico), la mano sinistra invece sembrerebbe indossare un guanto azzurro che per via del suo colore simboleggia l’anima e sorregge il bastone che egli pone avanti al suo passo per farsi strada e sostenersi.
Ho riflettuto su questo collegamento e a me sembra calzare con lo stato di cose che sto registrando in questo periodo.
Se tutto questo ha per voi un senso, io penso che in molti stiano imparando a camminare come fa l’eremita, spinti da un istinto invisibile; quasi in trance cosciente, durante tutto (o quasi) l’arco della giornata.
Per rendervi meglio l’idea: lo stato di trance cosciente somiglia a quel momento in cui stiamo per addormentarci ma siamo ancora estremamente vigili, incredibilmente intuitivi ed intelligenti, esso però può protrarsi (come sta accadendo a me da diversi giorni) per molte ore durante l’arco della giornata.
Questa misteriosa trance collettiva, infatti ci permette di accedere più rapidamente e senza intoppi al nostro “database”, per questa ragione stanno nascendo numerosi canali che parlano di channeling e affini.
L’eremita, con il suo camminare da solo, riesce a distinguersi dalle voci del mondo e a dialogare con esso nella sua forma più pura, assorbendo e trasformando ciò che incontra nel suo passaggio in modo del tutto naturale, come farebbe un albero.
Chi accede a questa forma e a questo aspetto del proprio Divino è in grado di coprire ogni distanza, di portare con se la connessione col Tutto, e contrariamente a quanto si possa pensare di lui egli è tutt’altro che solo.
Egli infatti va oltre il  pensiero, la paura, il dubbio e le preoccupazioni, egli  è guidato unicamente dall’amore incondizionato, quello che Tutto unifica e raccoglie.
Perciò miei cari amici, quando la prossima volta vi preoccuperete per i vostri cari, pensate a questo.

Non esiste separazione nell’UNO.


Se vi chiedete quale sia il modo per aiutare i propri cari a comprendere il vostro percorso, non c’è altra via se non quella della rinuncia a costringerli a credervi o a comprendere, semmai sappiate aspettare il momento in cui sarete in grado di mostrargli quanto il vostro cammino vi abbia cambiati profondamente, rinvigorendovi e rendendovi più lucenti che mai.
Per il semplice fatto che ognuno ha il proprio compito da svolgere, per compierlo al meglio è necessario che comprendiamo quanto sia importante arrivare fino in fondo al percorso, chi prima di noi sarà in grado di giungere ad un traguardo superiore sarà in grado di mostrare la via ai propri fratelli.
Non vi è altro mezzo che la vera volontà personale di comprendere il Reale significato di compassione attraverso l’esperienza ed il cammino.
La compassione non è un concetto descrivibile, è una disciplina da praticare attraverso l’esperienza, nient’altro è che il mezzo d’apprendimento dell’amore incondizionato, potremmo parlarne per ore, giorni e secoli senza comprenderci mai e proprio per questo motivo in pochi si sono intesi fino ad oggi nella nostra storia ufficiale, su questo argomento.
Ma non scoraggiamoci, in questo settembre le energie in aiuto ci stanno facilitando le cose e conducendo dritti verso la nostra strada, verso casa, verso la comprensione e la realizzazione di moltissimi traguardi personali e quindi collettivi.

diventare canali


Fatevi trasportare da questa luce rigeneratrice, affidatevi ai vostri Fratelli e chiedete loro di guidarvi fidandovi ciecamente che essi saranno sempre pronti ad aiutarvi.
Il 23 settembre sarà un giorno importante, continuiamo a ricevere messaggi riferiti a tale data, qualsiasi notizia leggiate non fatevi influenzare dalle voci legate a catastrofi o disastri, io so perché mi viene detto costantemente di non dovermi preoccupare affatto.
Sapremo cosa accadrà quando sarà il momento, questo è ciò che tengo a comunicarvi, ho il sentore che il cambio energetico sarà più forte e sbalorditivo di qualsiasi cosa oggi possiamo immaginare.
Non resta che goderci questo passaggio e camminare insieme verso la fonte d’amore.
Un abbraccio
Aerihel

Caro amico/amica, se ritieni utile il mio lavoro,ti prego di leggere e diffondere questa pagina mantenendo il testo integro e citando la fonte e l’autore, questo testo e tutti i testi che pubblico sono scritti e curati in ore di lavoro e con studi altrettanto minuziosi di ciò che insieme ai miei Maestri ho indagato e affrontato personalmente ed in giorni di cammino. Lo scopo dell’intero blog è quello di suggerirti metodi all’approccio con un percorso di riconoscimento delle doti personali: così come ho imparato io chiunque può farlo e quindi ti chiedo di non rendere vano questo lavoro. Sarò felice di rispondere, nel limite delle mie conoscenze e capacità, qualora tu volessi intraprendere un percorso di ascolto alle tue Guide e alla tua Anima Divina. Sarò felice di aiutarti e ancor di più sapere di averti ispirato nel cercare la tua via con le tue personali e uniche capacità di ascolto, ogni contributo e domanda che mi farai sarà preziosa e indispensabile. 
Aerihel – Io Sono il Daimon – Un viaggio attraverso i mondi sottili
Fonte: http://iosonoildaimon.altervista.org/settembre-2015-il-maestro-eremita-diventare-canali-di-luce/#

Commenti

Post popolari in questo blog

RENDETELO VIRALE - Banca d'Inghilterra: "i soldi non sono rappresentazione su carta di beni 'reali', ma sono cambiali universalmente riconosciute, vengono creati nella loro maggioranza dalle Banche Commerciali nell'atto di fare prestiti."

'Si dice che negli anni 30 Henry Ford avesse commentato come fosse una buona cosa che la maggior parte degli Americani non sapesse come funziona il sistema bancario, perché, se lo avessero saputo, "ci sarebbe stata una rivoluzione prima di domani mattina"'
E' importante sottolineare e diffondere i punti fermi nella evoluzione della comprensione delle basi dell'attuale 'sistema', in particolare economico, specie se questi punti fermi vengono da dentro il sistema stesso, nella fattispecie dal bollettino ufficiale per il primo trimestre 2014 della Banca D'Inghilterra, ripreso e commentato dal quotidiano 'The Guardian', che ci fornisce ottime chiavi di interpretazione che consiglio di leggere fino in fondo.

Sono questi momenti, come la pubblicazione di questo resoconto da parte di un organo ufficiale, momenti topici, in cui la chiave di interpretazione della realtà (o quantomeno della realtà percepita come tale) viene allo scoperto. Il fatto che…

Tutto quello a cui è consentito esistere fa parte del Sistema

Lo disse qualcuno
Tutto quello a cui è consentito esistere fa parte del Sistema La maggior parte di tutto ciò che è organizzato o istituzionale è quindi derivato dal Sistema.
Un unico sistema che finge di essere molti.
Anche la maggior parte di quello che crediamo di pensare o delle nostre convinzioni fanno parte del Sistema.

Ricordiamo comunque che il sistema è falso. Si basa sulla falsità e sull'occultamento, e la Verità di ognuno di noi, che è la Verità del Tutto, è al di la e al di sopra del Sistema, proprio perché Vera, anziché Falsa.

Il Sistema, per esistere, deve essere innanzitutto un sistema di occultamento.
Aprite la cortina. Fate le vostre indagini. Dentro e fuori.
oltre12.net

Qanon 11 e 12 novembre 2019

3587 Imputazioni in arrivo nel 2019? Q!!mG7VJxZNCI12 Nov 2019 - 2:56:17 AM Imputazioni in arrivo.
[2019]
Q
3586 Elementi corrotti nelle agenzie Intel hanno eseguito operazioni clandestine in nero con lo scopo di infiltrare il Governo US. Q!!mG7VJxZNCI12 Nov 2019 - 2:02:56 AM Una volta C_A sempre C_A?
Ex C_A eletto in Congresso?
Ex C_A candidato al Congresso?
Ex C_A candidato al Senato?
Ex C_A eletto al Senato?
Ex C_A eletto alla Presidenza?
Definite ‘operazione in nero’ [clandestina]
Una volta C_A sempre C_A?
@Snowden pre_NSA?
@Snowden base per operazioni [posizione geografica]?
Informatore(i) contro POTUS?
Ex C_A?
Definite ‘operazione in nero’ [clandestina]
Cosa succede se elementi corrotti di agenzie US AB[C] mirano [di inserire] il sistema politico US [Presidente, VP, Camera, Senato, NSC, US Amb., etc.] nelle ‘opearazioni in nero’ mirate a controllare gli alleati verso i nemici di mira [salvaguardia]?
NSA v C_A
Q
3585 8kun si collega atttraverso il server del Dipartimento della Difesa Q!!mG7VJxZNCI12 Nov 201…

Resistere al potere – Michele Putrino

Grazie a voi abbiamo costruito il primo studio, a Milano. Ci vorrà un po’ di rodaggio, ma già da subito siamo operativi e iniziamo a trasmettere. Vogliamo costruire la nuova informazione: l’alternativa al mainstream, ma soprattutto una tv che sia dei cittadini.


ARTICOLO COMPLETO

Qanon. Come fa la persona media, che e' sempre sotto costante stress finanziario (come da disegno), a trovare il tempo di ricercare e distinguere i fatti dalla finzione?

3613 Cosa succede quando il 90% dei Media e' controllato/posseduto da (6) Corporazioni? Q!!mG7VJxZNCI21 Nov 2019 - 11:00:19 PM Cosa succede quando il 90% dei Media e' controllato/posseduto da (6) Corporazioni?
Cosa succede quando quelle stesse corporazioni sono operate e controllate da un' ideologia politica?
Cosa succede quando le notizie non sono piu' prive di distorsioni?
Cosa succede quando le notizie non sono piu' affidabili e indipendenti?
Cosa succede quando non ci si puo' piu' fidare delle notizie?
Cosa succede quando le notizie diventano semplicemente un'estensione/arma di un partito politico?
Il fatto diventa finzione?
La finzione diventa fatto?
Quand'e' che le notizie diventano propaganda?
Creazione d'identita'?
Come fa la persona media, che e' sempre sotto costante stress finanziario (come da disegno), a trovare il tempo di ricercare e distinguere i fatti dalla finzione?
La maggior parte delle persone sono inclini a credere a qualcuno …