Passa ai contenuti principali

Il Cambiamento - News - Banche Usa: fanno 'testamento' da vive, per cercare di sopravvivere.

Ken_Mayer - flickr -CC licence
Wallstreetitalia.it, riprendendo notizie che circolano in USA, informa che i cinque colossi bancari USA stanno(entro luglio) per presentare documenti dettagliati per la propria eventuale liquidazione. 
Vogliamo interpretare la cosa alla luce di quanto ci giunge dal sottobosco internettiano ed in particolare dalle notizie relative ad un drastico imminente cambiamento anche del sistema finanziario. 
Penso che tutti voi sappiate del semaforo verde e delle operazioni collegate (maggiori informazioni a questo LINK). Questo prepararsi allo smantellamento e la data di luglio, coincide con quanto sarebbe in atto relativamente al 'semaforo verde' finanziario.

Ecco l'articolo:

Già al lavoro i 5 colossi bancari "troppo grandi per fallire": JP Morgan Chase, Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs e Morgan Stanley. Rispondono a una legge Usa, che vuole evitare futuri casi di salvataggio da parte del governo.


New York - Fanno parte della categoria elitaria dei colossi che governano la finanza mondiale, noti anche come banche too-big-to-fail, ovvero troppo grandi per fallire, in tutto il mondo. Si tratta delle americane JP Morgan Chase, Bank of America, Citigroup, Goldman Sachs e Morgan Stanley. Ora, secondo quanto riporta Reuters, insieme a istituti minori, i colossi simbolo di Wall Street stanno lavorando sulla possibilità...che un giorno vengano liquidati.

Secondo fonti vicine alle cinque banche, i piani - conosciuti come "living wills" confermano come per la prima volta in assoluto gli istituti bancari tra i più grandi al mondo stanno contemplando quei temibili scenari che li potrebbero vedere anche fuori dal business. Si parla di documenti che potrebbero avere una lunghezza di 4.000 pagine circa e che dovranno essere presentati alle autorità di regolamentazione non più tardi del primo luglio. [...]

fonte:
http://www.wallstreetitalia.com/article/1401947/banche-usa-fanno-testamento-da-vive-per-cercare-di-sopravvivere.aspx
http://raggioindaco.wordpress.com/2012/06/29/banche-usa-fanno-testamento-da-vive-per-cercare-di-sopravvivere/
http://business.financialpost.com/2012/06/28/big-banks-create-living-wills-to-tell-u-s-regulators-how-to-dismember-their-corpses/

Commenti

Post popolari in questo blog

Il pensiero positivo espande, quello negativo distrugge. Vediamo perchè e cosa significa.

La materia apparentemente risponde solo alle leggi fisiche, ma in realtà tutto viene creato dal pensiero. La materia ha una grossa inerzia al cambiamento e questo fa percepire la apparente ininfluenza del pensiero su di essa. In realtà tutto è creato dal pensiero anche se ci vuole del tempo per manifestarlo.Quando emettiamo o chi ci circonda emette dei pensieri negativi stiamo di fatto utilizzando lo strumento di distruzione della creazione che si manifesta nella materia come un senso di riduzione del se. Tale riduzione non si manifesta immediatamente a livello fisico anche se con il passare degli anni questi pensieri negativi possono portare a un impoverimento della efficienza anche del nostro corpo fisico. Avrete sentito parlare dei cosiddetti iettatori o menagrami, in effetti con uno specifico pensiero negativo unito a volte a specifiche tecniche e ad una intensità particolare può portare reali conseguenze nel mondo fisico.L'opposto di tutto questo è il pensiero positivo, l'…

BENJAMIN FULFORD: Società segrete, servizi segreti e religioni: l'attuale equilibrio di potere

La guerra segreta per il pianeta terra si è intensificata e si avvia verso una sorta di climax.


ARTICOLO COMPLETO

BENJAMIN FULFORD: Storia segreta del Mondo dal 2000 al 2018

Gli asiatici fondarono un gruppo di alleati occidentali che divenne la cosiddetta White Dragon Society (WDS). Questo gruppo comprende persone di alto livello nel Pentagono, la CIA, l'FSB russo, la famiglia reale britannica, la massoneria, la Loggia P2 Vaticana , ecc.


ARTICOLO COMPLETO

Nino Galloni: “Siamo quattro milioni di eroi”.

“Come è possibile che si parli di crisi se non c’è nessuna scarsità reale delle risorse produttive, delle materie prime, dell’approvvigionamento, dei prezzi, dei costi e delle quantità nell’economia globale? Noi “crediamo” che ci sia una crisi, ma la crisi è solo una crisi di cons


ARTICOLO COMPLETO